Quotidiani locali

Farmacisti interessati ai droni dell’Ipsia

CASTELFRANCO. Il progetto dei Droni «postini» del farmaco avviato dagli studenti dell'Ipsia Galileo Galilei piace ai farmacisti. Tanto che dopo festività natalizie ci sarà un incontro tra alcuni...

CASTELFRANCO. Il progetto dei Droni «postini» del farmaco avviato dagli studenti dell'Ipsia Galileo Galilei piace ai farmacisti. Tanto che dopo festività natalizie ci sarà un incontro tra alcuni farmacisti e studenti e professori dell'Ipsia per approfondire una possibile collaborazione. «È un progetto di sicuro interessante», spiega Franco Muschietti, farmacista e presidente di Farmacieunite, «faremo un incontro con gli studenti per approfondire questa tecnologia. Da parte nostra vorremo dare loro delle nozioni riguardanti la regolamentazione della distribuzione dei farmaci. Un tema complesso. Fin quando restiamo nell'ambito dei farmaci da banco non ci sono problemi. Ma quando si parla di farmaci più specifici, ottenibili solo con ricetta medica, l’operazione è di sicuro più complessa. Per questo c'è bisogno di un approfondimento». I droni sono diventati un fenomeno di largo interesse. Si tratta di piccoli velivoli radiocomandati in grado di spostarsi nell'aria. Tantissimi istituti di ricerca universitari stanno approfondendo questa tecnologia. A Castelfranco è partito progetto pilota in tal senso che vede impegnati alcuni studenti maturandi dell'Ipsia che per la loro tesina di maturità hanno scelto il tema dei droni. I ragazzi hanno materialmente creato già alcuni modelli di droni. Alcuni bicotteri, cioè droni con doppia elica, in gradi di alzarsi in volo. Vengono comandati tramite Iphone o Ipad. Le prime

prove di volo hanno dato esito positivo, anche se su distanze brevi (poche decine di metri). Nei prossimi mesi saranno realizzati droni più complessi in grado di coprire distanze più lunghe. È già stata fatta una sperimentazione con la consegna di farmaci a domicilio.

Daniele Quarello

TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PROMOZIONI PER GLI AUTORI, NOVITA' ESTATE 2017

Pubblicare un libro, ecco come risparmiare