Menu

Vai alla pagina su Elezioni amministrative 2018
GUERRA SUL WEB

Mogliano, lista civica “clona” i siti internet del candidato Gosetto

MOGLIANO. Gli sgambetti politici corrono via web: Arthur Carponi Schittar fa il “pirata” e soffia il possibile sito internet alla lista civica avversaria. La battaglia in vista della prossime...

MOGLIANO. Gli sgambetti politici corrono via web: Arthur Carponi Schittar fa il “pirata” e soffia il possibile sito internet alla lista civica avversaria. La battaglia in vista della prossime amministrative moglianesi si infiamma. E, al tempo di internet, nell'agone politico si combatte anche a colpi di click. L'ex Udc Arthur Carponi Schittar, oggi promotore della lista civica “Amogliano”, è stato il più veloce di tutti. Farne le spese è toccato ad Alessandro Gosetto, che solo due settimane fa aveva presentato alla cittadinanza il suo nuovo progetto: la lista civica “Mogliano Guarda Oltre”. Al momento di aprire anche il relativo sito internet e un profilo Facebook è arrivata l'amara sorpresa: «Solo poche ore dopo aver presentato, lo scorso 26 ottobre, la nostra lista civica» spiega Gosetto «abbiamo fatto la spiacevole scoperta che i domini internet www.moglianoguardaoltre.it e www.gosettosindaco.it non erano a disposizione. Non solo, anche due pagine Facebook erano state realizzate all'insaputa della nostra Lista. A rendere spiacevole l’accaduto è che l'autore di questa iniziativa sia stato l'ex esponente dell'Udc Arthur Carponi Schittar, candidato sindaco nel 2009 con Legalità e Benessere». Oggi Schittar è uno dei componenti della coalizione di centrosinistra che si aggrega attorno al Partito Democratico, nella sua lista sono confluiti anche gli ex Idv Gianluca Maschera e Loredana Seno. Che lo volesse o meno, il suo nome compare dopo una semplice consultazione della piattaforma di Aruba, provider. «Spero si tratti di una goliardata di pessimo gusto da parte di chi ha tanto tempo da perdere» commenta Gosetto «non voglio neanche pensare che Schittar

e il centrosinistra, che si ergono a paladini della trasparenza e correttezza, possano utilizzare impropriamente nomi di persone o di liste. È davvero una gran caduta di stile». Per promuovere su internet il suo elefantino, l'ex assessore ha dovuto scegliere soluzioni alternative.(m.m.)

TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro