Quotidiani locali

Il gelato al “sorriso”  si gusta in libreria

Stefano Dassie maestro gelatiere si racconta tra segreti del mestiere e anedotti di "bottega"


Zia Maria è la sua prima fan e il suo giudice più severo. Se ci sono nuovi gusti da “rodare” è a lei che si rivolge Stefano Dassie, il giovane maestro gelatiere erede di una dinastia dedita alla produzione di gelato artigianale (mamma e papà hanno aperto una quindicina di punti vendita in provincia). «Zia Maria è non vedente ed ha un palato molto sensibile. Quando devo provare qualcosa di nuovo la prima ad assaggiarlo è lei» dice Stefano, che alla zia ha affidato anche il compito di “ripassare” la bozza del suo primo libro, freschissimo di stampa con i tipi di Enjoy Edizioni di Daniela Zanatta, “Il mio gelato nasce col sorriso. Esta es mi pasión” in cui il maestro gelatiere racconta vita, famiglia passione, professionalità, esperienze di “bottega” (a Treviso lo si trova in via Sant’Agostino e in Calmaggiore) che lo hanno portato a vincere il Campionato Italiano «con un memorabile gelato al cioccolato», come ricorda nella prefazione Fabio Spaterna, scrittore che Stefano ha conosciuto a Bergamo nel corso della competizione nazionale. «Il mio gelato nasce con il sorriso perchè è fatto con tanta passione ed estrema semplicità. È così che le cose vengono bene, quando si ama il proprio lavovo». Stefano (classe 1986) campione uscente italiano nel 2010 e finalista agli Europei di Berlino 2012, ha deciso di scrivere «innanzitutto per raccontarvi la mia filosofia, nata dall’insegnamento che mi è stato trasmesso dai miei genitori, per offrire tutti i giorni un gelato di inimitabile qualità». C’è quindi un percorso professionale (con un anno di studi negli Stati Uniti) ed uno personale (anche l’incontro con la fidanzata Erika, originaria della Gran Canaria) e tutto quanto racconta il mondo del gelato . «Ho riportato in un capitolo gli insegnamenti di Silvana Hrelia dell'Università Biochimica di Bologna, per sottolineare che il gelato è un alimento completo e sano se fatto bene. Rientra tra gli elementi nutraceutici e per questo ho scritto dei consigli per ri conoscere un vero prodotto artigianale, dalla pulizia, dalla comunicazione, dalla presentazione e dalla professionalità del personale». Il tutto è condito da gustosi anedotti raccolti tra i clienti che frequentano i suoi negozi. Come la signora che, confusa dalle troppe varietà di gelati al cioccolato, finisce per ordinare una generica pallina al limone. Stefano Dassie ora è pronto a portare il suo libro in tour: sabato 7 settembre ad Imperia; il 14 settembre al centro commerciale Conè di Conegliano e la domenica dopo a villa Giustignani

di Spresiano alle 16.30; lunedì 16 settembre alla libreria Lovat alle 19.30 con degustazione dei suoi gelati, infine a Treviso alle librerie IBS e Feltrinelli. Poi dal 29 settembre lo attende Tokyo, unico gelatiere italiano invitato a rappresentare il gelato “tricolore”.

 

TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista