Quotidiani locali

Maxi luna park in Turchia. Made in Treviso

Eos Rides, azienda metalmeccanica, ha creato un parco divertimenti da 25 milioni di euro

Sulla carta è un’importante azienda metalmeccanica, ma quello che la contraddistingue è il suo core business tutt’altro che comune: parchi di divertimenti. Si tratta della Eos Rides, azienda di Spresiano specializzata nella realizzazione di giostre e parchi a tema. Ha appena inaugurato a Kayseri, nella Turchia centrale, un parco di divertimenti interamente realizzato proprio dall’azienda di Spresiano alla presenza del presidente della Turchia Abdullah Gül. Un risultato che conferma Eos Rides come una delle aziende più innovative e intraprendenti. L’investimento a Kayseri (città con due milioni di abitanti) raggiunge i 25 milioni di euro e si svilupperà in due fasi: nella prima la realizzazione di 75 mila metri quadri di parco outdoor e 10 mila metri quadri di parco indoor, con la seconda fase l’area esterna del parco raggiungerà un totale di 100 mila metri quadri con un ulteriore investimento di 7,5 milioni di euro.

Eos Rides si è occupata esclusivamente del layout del parco, la scelta delle giostre, il logo e la mascotte, ma è soprattutto l’unico fornitore delle attrazioni presenti. Trenta in tutto, dalle grandi montagne russe alla torre a caduta, dal fiume ride alla ruota panoramica. Quattro le aree tematiche: Africa, Estremo Oriente, Antica Roma, Anatolia. Oltre alle attrazioni sono previsti all’interno del parco anche ristoranti, bar e negozi. Mazakaland (questo il nome del parco) si inserisce, come unica attività privata, in un parco pubblico di un milione di metri quadrati. Eos Rides detiene il 40% delle quote di Mazakaland e conta di raggiungere il punto di break-even (copertura dell’investimento) già dopo 22 mesi dall’apertura.

L’azienda oggi detiene un numero considerevole di brevetti e di attrazioni

ed è l’unica del settore in grado di fornire tutte le attrazioni, portare a termine i progetti per il design, la tematizzazione, la gestione dell’immagine del parco, individuare gli sponsor e, su richiesta, partecipare all’investimento.

Serena Gasparoni

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista