Quotidiani locali

Giavera, alta tensione tra estrema destra e Anpi

Doppio blitz nel giorno del ricordo. Striscione notturno davanti a Villa Wasserman, incursione in serata alll’incontro dell’Associazione partigiani

Il «giorno della ricordo» è stato il giorno della tensione tra estrema destra e partigiani a Giavera del Montello. Nel mirino l’incontro organizzato dall’Anpi a Villa Wasserman.

All’alba, alcuni militanti hanno steso uno striscione davanti all’ingresso della villa: «Non infoibare la verità», campava scritto a chiare lettere con i tipici caratteri della militanza di destra. A scoprire tutto i responsabili del movimento, di prima mattina, quando sono andati alla villa per organizzare il convegno.

Ma non è stato che il primo gesto di sfida. In serata - sempre sabato - un volantinaggio davanti alla sede della conferenza ha preceduto il blitz di alcuni militanti durante lo svolgimento dei lavori, tra lo stupore dei partecipanti. Sono dovute intervenire le forze dell’ordine che erano già allertate dalla

mattina proprio per lo striscione.

«Questo incontro organizzato dall'Anpi - riferisce Andrea Pavan, responsabile della sezione di Montebelluna - è negazionista. Non è tollerabile che queste persone trovino spazi per poter esporre le loro idee abiette». Sconcerto da parte dell’Anpi.

TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

LE GUIDE DE ILMIOLIBRO

Corso gratuito di scrittura: come nascono le storie