Menu

Ruba due fucili da tiro Inchiodato dal testimone

Manuel Major riconosciuto in tribunale da un socio del poligono di Santa Lucia Il giovane è già in carcere per una condanna a 12 anni: rischia una nuova pena

SANTA LUCIA DI PIAVE. Inchiodato dal testimone. Ha scassinato un’auto nel parcheggio del campo di tiro e si è portato via due fucili di precisione: finito a processo con quest’accusa, Manuel Major è stato riconosciuto ieri in aula da un testimone, un socio del campo di tiro di Santa Lucia di Piave. Major, pregiudicato e già in carcere, rischia di veder aggravarsi la sua situazione e di dover pagare un conto ancor più salato alla giustizia.

Era una fredda sera di gennaio 2007. Fa buio presto, i soci del campo di tiro hanno già riposto le armi. Così ha fatto anche un anziano socio: è uscito nel parcheggio, ha riposto i suoi due fucili nella loro valigetta e l’ha messa nel bagagliaio dell’auto. A quel punto si ricorda di aver lasciato dentro una cassettina di munizioni: chiude l’auto, torna dentro il centro sportivo. Quando esce di nuovo, circa tre minuti dopo, la sorpresa: il vetro della sua auto è in frantumi, la valigetta con i due fucili è sparita. Immediata la chiamata ai carabinieri e la denuncia contro ignoti per furto.

Ignoti, però, i ladri lo resteranno per poco. Qualcuno nota un’auto allontanarsi precipitosamente, una Ford Fiesta. Il testimone si segna il numero di targa, almeno in parte. I carabinieri, con quel prezioso indizio, arrivano a Major. L’uomo viene messo alle strette e arrestato per furto aggravato.

Il giorno dopo l’arresto, la foto di Major esce sui giornali. È a quel punto, sfogliando il quotidiano, che uno dei soci del campo di tiro - quello chiamato ieri sul banco dei testimoni - lo riconosce: «Ehi, è il tizio che ho visto ieri sul parcheggio». L’uomo si presenta dai carabinieri. Ieri è stato convocat o in tribunale per confermare il riconoscimento. «È passato qualche anno, ma è lui», ha detto il testimone indicando Major.

Un elemento pesante a carico del trentunenne residente a Giavera. Pesante è anche la sua situazione con la giustizia: Major è in carcere per un’altra vicenda, dovrà scontare 12 anni di reclusione per esser stato protagonista - sempre nel 2007 - di un pomeriggio da far west, con furto d'auto, due rapine e incidenti con 19 feriti. Il giovane, assieme a due complici, aveva inziato il pomeriggio con un furto d’auto ad Arcade, aveva alzato il tiro con

una rapina al supermercato Quali Market di Padernello, aveva proseguito con un colpo al Maxi di Arcade e aveva completato la giornata con una serie di incidenti stradali nei quali rimasero ferite 19 persone. Ora questo furto di fucili potrebbe allontanare ulteriormente la sua scarcerazione.

TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro