Quotidiani locali

La licenziano, suora si barrica nell'asilo

Alta tensione in una scuola materna del trevigiano: una religiosa sessantenne, recentemente licenziata (ha chiesto anche l’aiuto della Cgil per fare ricorso), si è barricata per ore in un asilo. Ne è nata una zuffa con altre suore sedata solo dall’intervento dei carabinieri

MOGLIANO (Treviso). La suora cacciata si barrica per ore nell'asilo di Zerman, intervengono anche i carabinieri. E lunedì al gesto disperato della donna è seguita pure una zuffa con le altre sorelle. Il parroco ha chiesto l'intervento dell'Arma. La sessantenne «sconsacrata» non pare comunque intenzionata a mollare. La sessantenne «sconsacrata» per disubbidienza dall'ordine delle Salesiane Oblate di Tivoli e licenziata dall'asilo, dopo aver segnalato il proprio caso alla Cgil, non pare intenzionata a mollare.

L'intervento dei carabinieri è stato richiesto sia lunedì direttamente dal parroco di Zerman don Roberto Cavalli, che il giorno dopo, dagli operai al lavoro per il restauro dello stabile. Da parte dell'ex suora nei confronti della scuola materna Sacro Cuore di Zerman, ormai è scattato un vero e proprio assedio. La donna, lunedì mattina, si è introdotta nel suo vecchio appartamento e vi è rimasta per diverse ore, malgrado tutti le intimassero di uscire dalla struttura non ancora dichiarata agibile. E' scoppiata una zuffa con le altre suore, esasperate dalla cattiva pubblicità causata alla scuola materna ma questa vicenda, il parroco ha chiesto l'intervento dei carabinieri.

Ma la stessa donna si è fatta viva anche martedì presentandosi all'ingresso dell'istituto e sostando nel giardino per poi rioccupare il suo ex alloggio. Poi si è allontanata e si è incontrata a Bonisiolo con un drappello di mamme e papà, per organizzare oltre alla controffensiva legale nei confronti del licenziamento avvenuto a suo parere «senza giusta causa», anche una vera e propria fronda interna. In questa sede ha raccontato ai presenti la propria verità, affermando di voler continuare la sua attività formativa nell'asilo e accusando il parrocco di volerla cacciare ingustamente.

Con queste esibizioni eclatanti la suora disobbediente di Zerman continua dunque a far parlare di sé, in paese e non solo. La storia di questi screzi nasce infatti più di un anno fa a Signoressa, quando la stessa suora fu cacciata per aver denunciato il parroco di allora. In molti temono, che le rimostranze «spettacolari» della donna vengano a galla anche la prossima settimana quando inizieranno le lezioni all'asilo. In questi giorni infatti fervono i lavori per ultimare gli spazi del plesso che è stato completamente restaurato. La necessità di ottenere l'agibilità ha fatto slittare di una settimana l'inizio dell'anno scolastico.

L'inaugurazione è prevista per domenica prossima e da lunedì dovrebbero partire le lezioni. Il condizionale è però d'obbligo dato che nelle ultime settimane non sono
mancati i colpi di scena. «Spero di poter riaprire al più presto» sono le poche parole che si lascia strappare Don Roberto sulla vicenda. «Non siamo preoccupate di queste divergenze interne - commentano invece le mamme fuori dalla scuola - siamo convinte che il pacchetto continuerà a funzionare».

TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NOVITA' PER GLI SCRITTORI

Stampare un libro ecco come risparmiare