Menu

Muore di crepacuore 24 ore dopo il marito

Esaudita dai figli la volontà degli emigranti Giuseppe Piol e Luigina Mel: «Seppelliteci insieme a Revine»

REVINE LAGO. Una storia d'amore d'altri tempi si è conclusa come in un romanzo per due emigrati marito e moglie. Protagonisti i coniugi Giuseppe Piol, di 79 anni e Luigina Mel, 75. Lui originario di Revine Lago, lei di Conegliano, abitavano da oltre 60 anni a San Gallo, in Svizzera. Hanno trascorso una vita felice, non potevano restare separati a lungo: sono morti a 24 ore di distanza. Giuseppe Piol se lo è portato via un infarto, soffriva da tempo di disturbi cardiaci. La moglie invece se n'è andata quasi in silenzio, 24 ore dopo; non ha retto al dolore, e, colpita da ictus, è spirata. Per volontà stessa dei coniugi i funerali si terranno a Revine Lago. Avevano manifestato questo desiderio ai parenti più prossimi e ai conoscenti. La cerimonia verrà officiata domani, martedì, alle 15.30 nella chiesa del paese. Le ceneri arriveranno direttamente dalla confederazione elvetica.

Rispetteranno la loro volontà i figli, Claudia di 49 anni, e Domenico, di 42, entrambi di nazionalità svizzera ma innamoratissimi della terra d'origine dei loro genitori, tanto che Domenico, un architetto, sul suo profilo Facebook si è iscritto al gruppo del paese. D'altronde agli amici il signor Giuseppe lo ripeteva spesso da qualche anno a questa parte: «O da vivo o da morto, riportatemi a Revine». Il suo desiderio è stato assecondato. E forse chissà, il signor Giuseppe sa che a seguirlo dopo qualche ora è stata anche la moglie Luigina, innamoratissima di quel ragazzo conosciuto oltre 60 anni fa. Erano poco più che due adolescenti quando si incontrarono e si innamorarono. Si volevano bene come due ragazzini, confidano coloro che li hanno conosciuti bene.

La storia di Giuseppe e di Luigina ricorda quella di altri emigranti, partiti da ragazzi da tutta la provincia di Treviso per raggiungere parenti e amici in Svizzera dove certo il lavoro non mancava. All'inizio sono stati numerosi i sacrifici e le rinunce. Giuseppe Piol ha dovuto lasciare nel Nord-Est alcuni familiari. Il fratello Luigi Piol gestisce ancora oggi una pizzeria a Feltre, in provincia di Belluno, la famosa Al Tabià. La sorella Maria Pia ancora oggi abita a Costa, una frazione del comune di Aviano, in provincia di Pordenone. Luigi e Maria quasi sicuramente torneranno per il funerale in una Revine Lago i cui abitanti stanno piangendo la scomparsa del caporalmaggiore Gaetano Tuccillo, caduto per mano talebana in Afghanistan. Sono giorni di grande dolore per il paese. Oramai Giuseppe e Luigina, col tempo, erano diventati cittadini svizzeri. Lui ha continuato per anni a lavorare in fabbrica. Sempre puntuale ed efficiente, un esempio per i lavoratori più giovani che vedevano in Giuseppe Piol un maestro integerrimo, che ogni tanto li intratteneva in mensa, parlando del suo paese natale. Quanti colleghi sono rimasti affascinati dai suoi racconti, che ponevano al centro quel paese, Revine Lago, dove ogni anno veniva a trascorrere le vacanze. L'inseparabile Luigina, oltre a prendersi cura della casa, cresceva ai valori di una volta i figli Claudia e Domenico, che sui libri hanno saputo costruire un sicuro futuro.

Di recente Giuseppe e Luigina trascorrevano ogni anno, e per 3 mesi, un periodo di vacanza nella loro Revine Lago. Lui, che aveva problemi di cuore dal 2010, si è sentito male, morendo per un infarto. Il giorno dopo lei lo ha seguito, condividendo lo stesso destino d'amore. Claudia e Domenico Piol sono già a Revine Lago in attesa che arrivino le ceneri dei genitori per il funerale programmato domani. La notizia della
morte di Giuseppe Piol e Luigina Mel a distanza così ravvicinata, ha gettato nello sconforto parenti e amici della coppia. Domani per Revine Lago sarà una giornata di lutto, che si somma al dolore per la perdita del caporalmaggiore Tuccillo. Un'altra vicenda che ha scosso profondamente la comunità.

TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro