Menu

Malore in montagna, gravissimo in ospedale

Escursionista di 63 anni prelevato dall'elicottero del Suem, doveva raggiungere il Col di Lana

BORSO DEL GRAPPA. Gravissimo dopo essere stato colto da un malore lungo il sentiero diretto al Col di Lana. E' successo ieri mattina. Vittima un escursionista di 63 anni di Borso del Grappa ricoverato ora in gravi condizioni all'ospedale di Conegliano. A dare l'allarme i suoi compagni di passeggiata che l'anno visto accasciarsi a terra. Sono tornati a valle sconvolti. Tutto è successo poco prima delle 11. L'escursionista, G.Z., era partito con alcuni amici diretto al Col di Lana approfittando di una giornata che stava lentamente aprendosi e di una temperatura più bassa dopo i temporali del sabato notte. A metà del cammino lungo uno dei sentieri Cai che portano al sistema di cime a quota 2000 metri, dopo alcuni minuti di salita, l'uomo si è accasciato accusando forti dolori al petto. Allarmati e spaventati, i compagni di escursione, tra cui alcuni compaesani, hanno immediatamente allertato il 118 che ha fatto decollare l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore, in piena attività in questi giorni di inizio estate.

Lungo il sentiero diretto al Col di Lana sono stati attimi di tensione e paura. Il gruppo ha cercato di prestare i primi soccorsi all'uomo, dolorante, in attesa di sentire l'arrivo dei soccorsi. L'eco delle pale dell'elicottero è arrivata come una manna. Il velivolo è riuscito ad atterrare su un prato poco distante il luogo del malore e far scendere il medico di bordo e gli infermieri del soccorso alpino e speleologico che hanno prestato i primi soccorsi al 63enne preparandolo poi per il trasporto in ospedale. Le operazioni sono state fulminee e l'elicottero è decollato pochi istanti dopo l'atteggarrgio caricando il sessantenne davanti allo sgardo allarmato dei compagni di cordata. Una volta in quota si è subito diretto verso la piazzola di atteraggio dell'ospedale di Conegliano dove l'uomo è stato ricoverato d'urgenza ed è adesso sotto stretta osservazione ne reparto di rianimazione.
Lo scorso fine settimana un altro malore, purtroppo fatale. Vittima Albino Balzaro, 60 anni di Casale sul Sile. Le ricerche son andate avanti ore, a scoprire il corpo sono stati gli uomini del soccorso Alpino attirati dai latrati dal cane che continuava a vegliare il padrone ucciso da un infarto.

TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro