Quotidiani locali

Valdobbiadene. Scompare da casa, ritrovata morta

Da domenica pomeriggio si erano perse le tracce di Daniela Agostinetto, 33 anni. Creata una task force per le ricerche, ma nella notte è stato ritrovato il cadavere della donna spegnendo ogni speranza

VALDOBBIADENE. Daniela Agostinetto ha deciso con tutta probabilità di togliersi la vita. Da domenica pomeriggio si erano perse le tracce dell'impiegata trentatreenne di Valdobbiadene. Ieri mattina la famiglia aveva sporto denuncia ed erano  scattare le ricerche. Che si sono concluse nella notte con il ritrovamento del cadavere in via Roma, nei pressi della casa di riposo Geronazzo, all'interno dell'area dell'ex ospedale. L'ipotesi più accreditata è che la donna sia salita al terzo piano e poi si sia gettata nel vuoto.

La giovane era uscita di casa senza cellulare, né soldi e documenti. Accanto ai genitori, a cercarla nelle scorse ore si sono mobilitati carabinieri, protezione civile, vigili del fuoco, forestale e soccorso alpino.

Daniela si era allontanata a piedi. Intanto in tutta la zona era stata formata una task force per rintracciare la giovane e riportarla a casa. Imponente lo spiegamento di forze. Come base logistica era stata scelta via San Venanzio davanti alla nuova caserma dei carabinieri. Alla battute di ricerca hanno partecipato anche le unità cinofile. I carabinieri avevano diramato le ricerche con foto segnaletiche in tutta la provincia di Treviso.

La giovane lavorava come responsabile fiscale della Coldiretti di Valdobbiadene. Da due settimane, però, era a casa dal lavoro. «Una bravissima ragazza, molto impegnata. Ultimamente
non stava bene. Era un po' depressa e viveva dai genitori», fanno sapere gli amici.  L'impiegata trentatreenne non si era mai allontanata da casa senza dare spiegazioni. Un gesto che ha fatto subito temere al peggio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

TORNA IL CONCORSO PIU' POPOLARE DEL WEB

Premio letterario ilmioesordio, invia il tuo libro