Menu

Schianto nella notte, morti due ventenni

Due ragazzi morti, altri due gravemente feriti nello schianto dell'Alfa «Mito» contro la spalletta di un ponte lungo via Callalta a

Riese hanno perso la vita ieri notte Manuel Beltrame, 20 anni, di Montebelluna, e Marco Reginato, 22 anni, di Riese. Fratture e prognosi tra i 40 e i 50 giorni per Ivan Comin, 21 anni, di Riese, e Moris Fantin 23 anni, di Altivole.
RIESE PIO X. I quattro ragazzi avevano trascorso la serata a Rosà, in locale, fino alla chiusura, a mezzanotte. Lo schianto poco prima dell'una, mentre stavano tornando verso Altivole, dove tre di loro avevano lasciato le rispettive vetture. L'alta velocità, l'asfalto viscido e la nebbia le probabili cause della tragedia. A perdere la vita sul colpo sono stati il conducente e il passeggero che si trovava dietro di lui, salvi per miracolo gli altri due che si trovavano nel lato di destra della macchina.

L'allarme è scattato quando mancavano una decina di minuti all'una di notte. Al Suem e alla Polstrada è arrivata una telefonata che avvertiva che una macchina era uscita di strada e si era schiantata contro la spalletta di un ponte lungo la provinciale che collega Loria a Riese.  Era un automobilista che ha assistito all'incidente e che sarà sentito come teste dalla Polstrada.

Sul posto sono accorsi i vigili del fuoco, le ambulanze del Suem, la Stradale di Castelfranco. Quando i soccorritori sono arrivati si sono trovati davanti agli occhi una scena terribile. La Mito era giù nel fossato, ridotta ad un ammasso di lamiere contorte, all'interno c'erano tre giovani, un quarto era stato sbalzato fuori, pezzi di macchina e una serie di cd erano sparsi tutto attorno, anche al di là del ponte.

Nel fossato, recuperato al mattino, anche l'airbag del volante, rimasto intatto nonostante il tremendo urto e schizzato fuori dalla vettura. Per due giovani, quello alla guida e quello seduto dietro, nella parte a sinistra, purtroppo non c'era più nulla da fare, erano feriti invece gli altri due, quelli che erano dalla parte opposta.

Sono stati subito caricati sulle ambulanze e portati al pronto soccorso dell'ospedale di Castelfranco, dove sono state riscontrate loro fratture al bacino e contusioni e ferite varie.

LA SERATA. Il gruppetto di amici, tra i 20 e i 23 anni, si era ritrovato alla sera. Si erano dati appuntamento a San Vito di Altivole. Lì Marco Reginato, Ivan Comin e Moris Fantin avevano lasciato le loro macchine ed erano saliti sulla Mito di Manuel Beltrame, che aveva la patente dal 2009.

Meta un locale di Rosà, dove i quattro ragazzi si erano trattenuti fin verso mezzanotte, orario in cui il locale chiudeva i battenti. Quindi il ritorno verso Riese, probabilmente in programma una fermata al Fashion Bar di Riese prima di tornare a San Vito a riprendersi le macchine.

TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro