Menu

Giorgione, a 500 anni dalla morte
l'omaggio di Castelfranco Veneto

Opere dai musei di tutta Europa alla città natale del maestro per raccontare il percorso artistico del grande innovatore della pittura veneta

Giorgione, il profondo innovatore della pittura veneta, sarà al centro di una maestosa esposizione, in programma dal 12 dicembre 2009 all’11 aprile 2010 nel Museo Casa Giorgione a Castelfranco Veneto. Presentata ieri sera nella Sala della Passione della Pinacoteca di Brera, la mostra celebra, a 500 anni dalla morte, il maestro Zorzi: personaggio enigmatico, che non riesce a placare gli animi consoni alla ricerca e continua ad affascinare le nuove generazioni con la potenza lirica della sua arte e di quel nuovo, assoluto equilibrio tra uomo e natura di cui fu interprete. Ed è proprio la sua città natale a conservare due opere fondamentali della preziosa ma ristretta eredità lasciataci dall’artista, morto giovanissimo a 32 anni nel 1510: il Fregio delle Arti Liberali e Meccaniche a Casa Marta-Pellizzari detta del Giorgione (ora Museo) e la celebre Pala, conservata nel Duomo, dopo un lungo e delicato restauro. L’esposizione non poteva che dimostrarsi una sfida dal punto di vista scientifico ed organizzativo, curata dall’ingegno di Lionello Puppi (presidente del Comitato regionale per il V centenario), Antonio Paolucci (direttore dei Musei Vaticani) e Enrico Maria dal Pozzolo (Università di Verona). Costata 1 milione e 700 mila euro, è stata promossa con il sostegno di Fondazione Monte dei Paschi di Siena e di Fondazione Antonveneta, con la collaborazione della Soprintendenza per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici per le Province di Venezia, Belluno, Padova e Treviso, della Provincia di Treviso, parrocchia del Duomo di Castelfranco Veneto-Diocesi di Treviso e co-prodotta dal Comune e Villaggio Globale International.

L’eccezionale mostra non si pone l’intento di fornire risposte definitive o soluzioni (nonostante le ricerche d’archivio condotte e le indagini riflettografiche e diagnostiche promosse su molti dipinti), bensì suggerire, evocare, meravigliare, lasciando che le opere convocate nel piccolo borgo veneto, i documenti e le testimonianze, diano vita ad un racconto intimo e personale. A tal fine sono stati interpellati i maggiori musei internazionali - dall’Ermitage di San Pietroburgo agli Uffizi e Palazzo Pitti a Firenze, dalla National Gallery di Londra alla Galleria Borghese e Palazzo Venezia a Roma, dal Kunsthistorisches di Vienna alla National Gallery di Edimburgo, dalle Gallerie dell’Accademia di Venezia al Louvre di Parigi fino alla Pinacoteca Ambrosiana di Milano, al Museo di Capodimonte a Napoli a Castel Howard nello Yorkshire. Quello proposto a Casa Marta-Pellizzari è dunque un excursus tra i capolavori del maestro (dalla «Tempesta» alle «Tre età dell’uomo» di Palazzo Pitti; dal «Tramonto» alla «Madonna con Bambino» dell’Ermitage), ma troveranno posto, in una straordinaria sinfonia che riporta al fecondo ambiente veneziano del tempo, oltre un centinaio di opere importanti di Giovanni Bellini, Albrecht Dürer, Sebastiano del Piombo, Tiziano, Lorenzo Costa, il Perugino, Cima da Conegliano, Palma il Vecchio, Garofalo, ma anche i volumi dei suoi biografi e quelli di letterati, musici, intellettuali - da Petrarca a Bembo - che contribuirono a creare il milieu culturale dell’epoca di Giorgione. E ancora i bronzi dei Lombardo, del Riccio e di Severo da Ravenna, le incisioni di Teniers e di Zanetti.
L’esposizione coinvolge anche una seconda mostra allestita nella Galleria del teatro Accademico che riunisce quindici pittori del paesaggio veneto del secolo appena trascorso, e la tappa - obbligata - alla Pala del Duomo. Numerose le proposte collaterali, dai concerti di musica barocca alle presentazioni di nuovi volumi, fino al convegno
internazionale previsto ad aprile 2010. Uno sguardo anche al territorio con la proposta di un breve itinerario artistico e turistico nel cuore della Marca Trevigiana.

Programma e informazioni: www.giorgione2010.it, tel. 049/2010076. Prenotazione biglietti: call center 800.90.44.47.

TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro