Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Quattromila alla Notte Rosa con la karateka Cardin per lottare contro il tumore

ODERZO. Tutto pronto ormai per la prima Notte Rosa opitergina, che scatterà venerdì attorno alle 20 in via Garibaldi. La macchina organizzativa ha fatto gli ultimi passi prima di concedere alla...

ODERZO. Tutto pronto ormai per la prima Notte Rosa opitergina, che scatterà venerdì attorno alle 20 in via Garibaldi. La macchina organizzativa ha fatto gli ultimi passi prima di concedere alla karateka trevigiana Sara Cardin l’onore di dare il via alle 4mila donne che sfileranno per le vie di Oderzo impegnando i percorsi da 5 e 8 chilometri allestiti dalla Nuova Atletica 3 Comuni e dalla Lilt di Oderzo, gli organizzatori della manifestazione; arrivo in piazza Grande. L’evento sarà benefico: ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

ODERZO. Tutto pronto ormai per la prima Notte Rosa opitergina, che scatterà venerdì attorno alle 20 in via Garibaldi. La macchina organizzativa ha fatto gli ultimi passi prima di concedere alla karateka trevigiana Sara Cardin l’onore di dare il via alle 4mila donne che sfileranno per le vie di Oderzo impegnando i percorsi da 5 e 8 chilometri allestiti dalla Nuova Atletica 3 Comuni e dalla Lilt di Oderzo, gli organizzatori della manifestazione; arrivo in piazza Grande. L’evento sarà benefico: con il ricavato la Lilt acquisterà un nuovo ecografo da installare nel camper in cui i volontari eseguono le visite senologiche. Ecco spiegato il perché di una risposta così piena di entusiasmo da parte delle runner.

«Abbiamo dovuto accettare solo 4mila iscrizioni, rifiutandone tante altre: saremmo incorsi in problemi di ordine pubblico», spiega Domenico Cattai, responsabile della Lilt opitergina. «Con le iscrizioni e con le tante sponsorizzazioni arrivate dalle aziende del territorio siamo vicinissimi all’acquisto del macchinario».

È certa la presenza di almeno due delle sindache del territorio. Hanno assicurato di esserci Paola Roma, sindaco di Ponte di Piave, e Marica Fantuz, sindaco di Meduna e deputato. Incerta invece quella di Lorena Rocco, prima cittadina di Chiarano, e di Maria Scardellato, che pur essendo la padrona di casa in questi giorni è alle prese con una frattura alla caviglia. Ha confermato invece la sua presenza il governatore Luca Zaia, invitato in via informale dalla Scardellato: «Ci farebbe molto piacere, ma il nostro vero vanto è avere con noi tutte queste donne», dice orgoglioso Cattai. —

Niccolò Budoia .