Quotidiani locali

Atletica, Oderzo applaude "mister maratona"

Primo maggio di corsa con il formidabile norvegese Moen

ODERZO. Sondre Nordstad Moen, il bianco che corre veloce come i neri, l’uomo che ha riscritto la storia europea della maratona, sarà la stella della 23ª Corsa internazionale “Oderzo Città Archeologica”, del primo maggio.

Il ventisettenne norvegese lo scorso 3 dicembre a Fukuoka ha corso la maratona in 2h05’48”, migliorando dopo quasi 18 anni il record continentale stabilito nel 2000 dal portoghese Antonio Pinto (2h06’36”) ed eguagliato nel 2003 dal francese Benoit Zwierzchiewski.

La vittoria di Moen - primo uomo non africano a scendere sotto la barriera delle 2h06’ - ha avuto risonanza mondiale e proiettato il norvegese in una nuova dimensione. «Ho accolto con piacere l’invito del comitato organizzatore della gara di Oderzo - commenta - ho scelto di correre qui anche perchè

c’è il Trofeo Opitergium - reputo questa gara un’ottima iniziativa e spero che sempre più ragazzi e ragazze in Europa possano riavvicinarsi alla corsa. Vivendo in Kenya, dove l’atletica è una disciplina praticata ad altissimo livello, mi sento un ambasciatore di questo sport».
 

TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik