Quotidiani locali

Giorgione, chiudi i conti con San Donà

Serie B2, stasera lo scontro diretto in casa delle rivali. Carotta: «Non è decisiva»

CASTELFRANCO. Dopo la vittoria di domenica ottenuta in casa a danno di Pordenone e aspettando il derby tutto trevigiano di sabato sera, per il Giorgione è arrivato il grande giorno dello scontro diretto con l'Imoco San Donà (stasera alle 20.30), seconda forza del campionato, lontana 7 punti dalle castellane. Che sono in serie positiva da 19 giornate, in pratica non perdono dalla prima giornata, la sconfitta nel derby in casa della Spacciocchiali Vision. La gara di andata finì con il successo delle castellane al quinto set. Un successo che diede il "la" alla squadra del presidente Angelo De Marchi, che prima raggiunge la salvezza e poi continua a volare, una palla alla volta, e una vittoria alla vota. Vittorie in gran parte da tre punti, come quella di domenica in casa con Pordenone, una partita nella quale, per stessa ammissione di coach Carotta «abbiamo giocato il primo set con l'assillo del risultato, e questa cosa ci capita da un po’. Negli altri due set, quando ci siamo sbloccati, siamo andati meglio». La partita con San Donà può rappresentare un bivio sul campionato? «Non penso che si vincano con gli scontri diretti, penso piuttosto che si vinca andando a fare punti con tutte le altre». Questo il sestetto che potrebbe schierare Paolo Carotta: Grassotto al palleggio, Fornasier opposto, Ravazzolo e Durighel al centro, Forner

e De Bortoli in posto 4, Colanardi libero. Dall'altra parte, Matteo Trolese, fresco di titolo provinciale U18, dovrebbe schierare Farnia al palleggio, Carletti opposto, Ferrarini e capitan Cosi al centro, Cagnin e Mason in posto 4, Fersino libero.

Marco Guerrato

TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik