Quotidiani locali

Sara Cardin conquista l’oro a Dubai

Karate. La tedesca Bitsch si arrende 3-1 in finale: punti vitali per Tokyo 2020

Al Wals Club di Dubai ci sono stati due minuti di pura adrenalina, ed al termine è arrivata una medaglia d’oro alla Premiere League di karate. Merito di Sara Cardin, punta di diamante della nazionale italiana della Fijlkam, che a Dubai nella seconda tappa del 2018 ha superato in finale la tedesca Jana Bitsch 3-1. Una gara a senso unico con Cardin che è andata a segno già dopo 20” secondi con un pugno per poi, quando mancavano 29” al termine, conquistare il secondo punto ma che veniva assegnato in contemporanea anche alla tedesca dopo la richiesta di review, per poi guadagnare il terzo e decisivo punto a 16” dal termine e così chiudere l’incontro con la conquista dell’oro. Nella capitale degli Emirati erano presenti alla manifestazione oltre 600 atleti in rappresentanza di 73 nazioni e vista l’importanza dell’appuntamento le varie federazioni erano presenti con i migliori atleti. Nella sua categoria dei -55 kg kumite erano presenti 53 atlete ed il percorso per arrivare alla vittoria non è stato facile in quanto nel suo terzo girone ha lottato inizialmente per la vittoria con l’emergente iraniana Avishan Bagheri per poi superare la cinese Jiamaj Ding, e ancora la rappresentate del Kazakhistan Aruzhan Mukhtar e poi trovare in semifinale l’egiziana Yassmin Attia, già sconfitta a Parigi nella finale di pool, e vincere l’incontro 4-1 entrando così in finale.

Per la campionessa trevigiana pochi giorni di pausa per poi mettersi in viaggio per l’Austria dove l’attende la gara di Salisburgo dal 2 al 4 marzo valevole per la Serie A e poi dal 16 al 18 marzo a Rotterdam per la terza tappa della Premiere League.

Marino Silvestri

TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro