Quotidiani locali

Fabris e Bechis nel cilindro di Santarelli

Volley A1. Sotto 11-8 al tie break, il coach dell’Imoco risolve la gara con un colpo di magia

La sua Imoco sta affondando. È sotto 11-8 al tie break. Anna Nicoletti - che ha tirato la carretta a lungo - è sulle ginocchia. Al coach non resta che voltarsi, e trovare il colpo di magia dalla panchina. Dopo due ore di battaglia butta nella mischia chi finora non ha mai giocato: Bechis e Fabris. Mossa coraggiosa: la temperatura del tie break è tale che è necessario farsi trovare caldi, inoltre l’ex Pomì era reduce dall’infortunio alla caviglia rimediato a Monza e l’ultima arrivata non giocava (di fatto) quasi da un mese. E invece. La Liu Jo avrà solo un impeto d’orgoglio con Barun, per il resto sarà monologo Imoco: parziale di 2-7, due diagonali della croata, imbeccata proprio dalla regista appena arrivata da Firenze, chiudono i conti. Già, dal cilindro coach Daniele Santarelli ha tirato fuori la mossa che ha deciso il match contro Modena, autentica bestia nera delle pantere: per la quarta volta di fila le due squadre erano arrivate a sfidarsi all’ultimo set, e Conegliano aveva perso tutte e tre le gare precedenti. Ancora un tie break - dopo quello ancora vincente di mercoledì sera contro il Fenerbahce al Palaverde, già decisivo per il passaggio del turno in Champions League - e quindi altre numerose energie dissipate dalle pantere. Per questo la mossa di Santarelli ha valore doppio: ha dimostrato di poter ritrovare nella panchina le risorse necessarie a rimontare anche uno svantaggio

“impossibile” a questi livelli, nel set finale, e che la scelta tattica di rinunciare all’irrinunciabile Wolosz, in certi frangenti, è ampiamente praticabile. Ora per Conegliano c’è una settimana di lavoro, prima di dare l’assalto, nel weekend, alla Coppa Italia. (m.g.)

TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon