Quotidiani locali

Swann: «Sono qui per divertire»

Basket A2. Primo allenamento per la guardia Usa: «Conquistato dalla storia, e voglio vincere»

TREVISO. Il “cigno nero” è atterrato: simpaticissimo e disponibile nonostante il jet lag californiano. «Sono qui da due ore e mi sembra già di essere a casa grazie alla professionalità ed all’organizzazione che ho trovato. Sono eccitato ed entusiasta, credo che questa mia esperienza sarà molto divertente. Tra l’altro è un po’ che non vinco qualcosa…». Isaiah Swann, 1.88, quasi 33enne, un po’ play e tanto guardia, secondo americano della De’ Longhi, si è presentato in maniera promettente: gli sarà chiesto di far canestro ma anche di far girare la squadra: «Farò qualsiasi cosa di cui ci sia bisogno, sono qui per rendermi utile: mi piace passare la palla e mettere in ritmo i compagni, porto energia, leadership ed entusiasmo. So anche che dovrò difendere e lavorare tanto ma principalmente voglio fare quello che serve per vincere le partite e che mi chiede il coach. E coinvolgere il pubblico». Cosa l’ha convinto ad accettare TvB? «Il nome Treviso mi evocava la Benetton, poi mia moglie ha lontane origini italiane, parla un po’ la vostra lingua ed era del tutto entusiasta di tornare in Italia (nel 2008 Swann era ad Imola)». E a quanto pare è prontissimo ad esordire già sabato a Bergamo, «sia fisicamente che mentalmente: adesso dovrò naturalmente conoscere coach e compagni ma non ci saranno problemi».

Andrea Gracis spiega che «cercavamo uno che ci desse qualcosa in termini di fiducia e sicurezza: ci è piaciuto il suo atteggiamento e la voglia di venire a Treviso. Sono convinto che i giocatori forti siano quelli che rendono migliori i compagni: Swann è uno innamorato del basket, non è egoista ma sa prendersi le sue responsabilità. E ringrazio la Sport Lab Agency (quella anche di Brown, rappresentata in Italia da Iacopini)». Da parte sua coach Pillastrini ha sottolineato che «Swann arriva al momento giusto: non sarà il salvatore della patria, la squadra ora ha iniziato a vincere ma ci serviva un creativo ed esperto per aiutarci a raggiungere gli obiettivi. È stata una scelta ponderata, Gracis ha visionato parecchi americani facendo un lavoro molto approfondito».

Mercato. A breve sarà definita la cessione di Lorenzo De Zardo a Padova, in B, dove giocherà col doppio tesseramento. «Dopo un anno di inattività è giusto dargli la chance di giocare, è la soluzione migliore per lui», ha detto Gracis, che per ora esclude altre modifiche al roster. «Il reinserimento di Bruttini, che sta facendo ottimi progressi e potrebbe tornare a giocare il 28 al Palaverde contro Jesi, non sarà cosa da poco, dunque vogliamo vedere, dopo anche l’inserimento di Lombardi, come funziona la squadra quando finalmente non
mancherà più nessuno». Negri, che aveva saltato Piacenza, continua a restare a riposo per un problema agli adduttori. Sta migliorando ma sarà assente anche sabato a Bergamo.

Esonero a Ferrara. Ferrara ha esonerato Alberto Martelossi: al suo posto il vice, Andrea Bonacina.

TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon