Quotidiani locali

TvB, non fermarti Piacenza da battere per scalare posizioni

In A2 Pillastrini cerca conferme dopo le due vittorie di fila «Non abbiamo risolto tutti i problemi, ci serve aggressività»

TREVISO. Il tabù delle due vittorie di fila è stato abbattuto; adesso vediamo se TvB riesce a non fermarsi lì continuando a scalare qualche posto in classifica. Urgono conferme, per vedere se questa squadra riuscirà finalmente ad ingranare la marcia giusta: è vero che c’è ancora mezza regular a disposizione, ma anche che di errori da qui in poi bisognerà farne il meno possibile. Piacenza è la squadra che ad inizio di campionato fece capire che non sarebbero state rose e fiori, stasera al Palaverde la De’ Longhi l’affronterà con la consapevolezza di dover esprimere sempre il massimo della potenzialità, se vorrà trasformare il girone di ritorno, con Swann e Bruttini, nel trampolino per playoff da vivere da pgrande squadra qual è. «Non pensiamo che le due vittorie in fila ci abbiano improvvisamente risolto tutti i problemi, così come non eravamo depressi per le sconfitte - fa presente coach Stefano Pillastrini - sappiamo che dobbiamo continuare a lavorare a testa bassa come stiamo facendo per risolvere i nostri problemi e migliorare di settimana in settimana. Abbiamo bene in mente come vogliamo giocare e quali sono le nostre potenzialità, ma lo dobbiamo far vedere sul campo e questo passa attraverso tanto lavoro».

A Brescia avete rullato Orzinuovi, ma Piacenza sembra avere tutt’altra consistenza, coach. «Ci aspetta un avversaria in forma, ha vinto l'ultima partita fuori casa e ha un bilancio finora simile al nostro. Contro una squadra come Piacenza che ha americani molto forti e tiratori pericolosi sarà imprescindibile tenere un atteggiamento difensivo aggressivo e concentrato, mentre in attacco vogliamo costruirci tiri veloci, ma senza forzature, e sfruttare i nostri punti di forza per iniziare bene il girone di ritorno».

Fra qualche giorno sarà con voi anche Swann. «Lui è il giocatore dalle
caratteristiche che cercavamo, giocatore d'esperienza e forte fisicamente, ma soprattutto un giocatore che sa creare gioco per sè e per gli altri. E' un realizzatore, ma non egoista, gli piace molto passare la palla e mettere in ritmo i compagni, siamo convinti sia la scelta giusta».

TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon