Quotidiani locali

Ciclismo, partono i magnifici dieci di Marca 

Cinque nel World Tour: c’è anche l’esordiente Basso, approdato al Team Sky. Due cambi di casacca: Modolo scatta con la Ef-Drapac, Coledan con la Wilier

TREVISO. Sotto il sole dell’Australia o dell’Argentina. Aspettando gli esordi in Spagna o l’ouverture italiana in Liguria. I dieci pro’ della Marca sono prossimi a riattaccare il numero: rompono il ghiaccio Manuele Boaro e Oscar Gatto ad Adelaide nella People’s Choice Classic, consueto antipasto del Santos Down Under, la corsa più importante dell’Oceania, che disputeranno da martedì 16 al 21 gennaio. Cinque elementi fanno parte del World Tour: la novità coincide con il neopro’ Leonardo Basso, approdato a Sky. Due i cambi di casacca: Sacha Modolo ha lasciato la Uae-Emirates per l’Ef-Drapac; Marco Coledan ha salutato la Trek ed è tornato fra le Professional alla Wilier-Selle Italia. Franco Pellizotti è la “chioccia”, visto che il 31 gennaio, alla Vuelta Valenciana, inizierà la 18ª stagione fra i grandi.

Ci sono i gregari di Vincenzo Nibali, c’è il velocista da pavé a caccia di riscatto, c’è chi riabbraccerà la pista o scoprirà il piano superiore. Intrecci di storie, obiettivi, auspici. Fra i primi ad allinearsi allo start, dunque, si rivede Boaro, seconda stagione alla Bahrain-Merida. Il 30enne di San Zenone s’è ormai ritagliato il ruolo del luogotenente: affiancherà Nibali alla Parigi-Nizza, Pozzovivo al Giro. Al team arabo dell’allenatore Paolo Slongo appartiene pure il vecchio saggio Pellizotti, che nei prossimi mesi (bis del 2017), San Juan escluso, ricalcherà il programma dello Squalo: Oman, Parigi-Nizza, Sanremo, Baschi, Amstel-Freccia-Liegi, Delfinato, Tour e Vuelta.

Nel World Tour battaglia pure l’altivolese Oscar Gatto, classe ’85, secondo anno in Astana: riprende dall’Australia, dopo infortuni e sfortune della scorsa stagione cerca il rilancio. In serie A spicca Modolo, che in questi giorni s’allena a Gran Canaria: il 30enne di San Vendemiano confida di cambiare passo, la nuova squadra garantisce stimoli e un paio di vagoni per le volate. Obiettivo migliorarsi al Nord dopo il sesto posto all’ultimo Fiandre, obiettivo rivincere al Giro: debutto a fine mese alla Valenciana. La prima fascia è completata da Leonardo Basso, voluto alla Sky dall’amico Gianni Moscon. Il 24enne di Asolo, al battesimo da pro’ dopo l’apprendistato con Brilla e General Store, decolla da Maiorca.

Scendendo di categoria, ecco Marco Coledan. Il 28enne di Lutrano ha traslocato alla corte di Citracca&Scinto: fin dal via del 24 gennaio al Sharjah Tour (Emirati), tirerà le volate a Jakub Mareczko. Dal 19 torna intanto in pista: CoppaMondo a Minsk. Alla Wilier incrocia Matteo Busato, che dal San Juan inizierà a inseguire il primo squillo da pro’. Andrea Vendrame (Androni) pretende conferme dopo un brillante incipit fra i grandi. Un virus intestinale gli ha fatto ritardare l’esordio: non più

Argentina, ma Laigueglia l’11 febbraio.

Simone Andreetta e Marco Maronese, entrambi Bardiani, proveranno ad alzare il livello: dal 16 gennaio ritiro a Massa Marittima; partenza il 31 gennaio da Bessèges (Francia) per il 23enne sprinter di Fontanelle, il più giovane della truppa.

TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik