Quotidiani locali

I sogni 2018: dall’iride al triplete

Obiettivi e scommesse: l’Imoco per vincere tutto, la De’ Longhi spera nei playoff, Viola cerca la rinascita

TREVISO. Traguardi per fare la storia, come il triplete obiettivo massimo dell'Imoco. Scommesse quali la dorsista Margherita Panziera, chiamata ora alla medaglia europea in lunga, o la spadista Eleonora De Marchi, che mirerà all'ultimo Mondiale Juniores della carriera. Nomi su cui puntare come Andrea Tonon, che confida di volare con lo skicross all'Olimpiade Invernale in Sud Corea, o carte importanti sul tavolo quali il Came Dosson, a caccia di un sorprendente scudetto nel calcio a cinque. Simboli come Bebe Vio nel fioretto paralimpico, conferme quali Barbara Pozzobon nel nuoto in acque libere o la coppia Beatrice Callegari-Enrica Piccoli nel sincronizzato, svolte come quella che Sacha Modolo vorrebbe imprimere al suo percorso ciclistico con l'approdo all'Ef-Drapac. Tiriamo però il fiato, ragioniamo e valutiamo con ordine cosa potrebbe riservare il nuovo anno allo sport trevigiano. Anche se, riflettendo su appuntamenti e ambizioni, viene subito da pensare a un 2018 nel segno del Vecchio Continente.

Volley. L'unico tassello mancante nel puzzle Imoco è il trionfo in Europa: serve acquisire esperienza, nell'altimetria della stagione è la salita più tosta, ma Conegliano vorrebbe migliorare l'argento in Champions centrato lo scorso aprile alle F4 del Palaverde. L'appetito vien mangiando e un triplete - con il bis in Coppa Italia e il secondo scudetto a distanza di due anni - significherebbe entrare negli annali.

Basket e rugby. La De' Longhi, reduce da mesi complicati, cercherà di accalappiare i playoff. Stesso traguardo del Benetton, di scena nel nuovo Pro 14: vorrebbe dire giocarsi il pass per la prossima Champions Cup.

Nuoto. Le stelle degli sport acquatici, attese in agosto dagli Europei di Glasgow, cercano conferme e prime volte. Panziera, recente bronzo sui 200 dorso agli Euroindoor, potrebbe regalarsi il gran risultato - traduci podio con progresso cronometrico - pure in lunga. L'assalto scatterà con i trials di aprile a Riccione. Callegari vanta già un bel raccolto di medaglie ai Continentali, ma nel nuoto artistico ci sono pure i punteggi da rimpinguare e la rassegna scozzese rappresenterà un test indicativo in ottica Tokyo. La compagna Piccoli punterà ai primi podi da senior. Altra prima volta è quella che vorrebbe meritarsi Pozzobon nel fondo: già in bacheca la Coppa Mondo endurance (a proposito: in febbraio torna in Argentina), ora servirebbe una soddisfazione europea nella 25 km.

Ciclismo. Modolo s'è accasato all'Ef e dopo tre anni confida di tornare a esultare nelle volate del Giro. Altra corsa da evidenziare è il Fiandre: dopo il sesto posto 2017, potrebbe annusare il podio. Paolo Slongo, allenatore di Vincenzo Nibali, sogna il Mondiale di Innsbruck. Nel femminile, Sofia Bertizzolo aspira al salto di qualità: obiettivo maglia bianca di migliore giovane al Giro. Nel cross, Pippo Fontana ha in testa l'iride Juniores d'inizio febbraio a Valkenburg.

Calcio. Il Came, zitto zitto, culla il sogno tricolore. Frattanto, nella versione a 11, il tecnico Bruno Tedino è già campione d'inverno nella cadetteria e andrà a caccia della promozione in serie A con il Palermo. Montebelluna e Liventina vogliono la salvezza in serie D; il Treviso proverà a rispolverare il blasone, riabbracciando via playoff l'Eccellenza.

Scherma. I Mondiali Juniores di Verona fanno gola a Eleonora De Marchi e Beatrice Cagnin, che possono puntare al bersaglio grosso nell'individuale e, soprattutto, a squadre: viceiridate in carica, in Coppa con il quartetto hanno sempre vinto. Nel paralimpico, Bebe intende collezionare altre gioie ai Continentali di Terni: riprenderà in Coppa Mondo a Eger.

Atletica. Giulia Viola, 26enne mezzofondista, s'augura di rilanciarsi dopo due operazioni e troppi patimenti: in ballo gli Europei di Berlino.

Karate. Assoluta certezza è Sara Cardin che in novembre a Madrid tenterà il bis dell'oro iridato 2014. Quello che la fece conoscere al grande pubblico.

Motori. La Villorba Corse quest’anno punta a portare due vetture a Le Mans, dopo i test invernali
con l’ex F1 Nasr. La vittoria delle European Series è l’obiettivo del 2018.

Freestyle. Ai Giochi della neve non si vedono trevigiani da Torino 2006 (l'adottato Ippolito Sanfratello): Tonon s'esibirà in Coppa Mondo dopo le feste per regalarsi la Corea nello skicross.

TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro