Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Budd pensa in grande «La nostra difesa fermerà i Cheetahs»

Rugby Pro 14. Il capitano del Benetton condottiero a Parma «Battere le Zebre è stato fondamentale, sabato serve il bis»

TREVISO. La quinta vittoria stagionale del Benetton ha ribadito la superiorità trevigiana sulle Zebre: 9 punti d’oro, quelli guadagnati dai Leoni in queste due partite, che chissà dove avrebbero potuto essere a quest’ora se fossero riusciti ad evitare quella pazzesca sconfitta a Belfast, o magari avessero fatto il bis a Monigo dello storico successo proprio a Edimburgo. Resta comunque la doppia dimostrazione di solidità con l’altra italiana, che tuttavia per giustificare certe ambizioni dovrà avere riscontro anche contro le straniere, a cominciare dal duro match di sabato a Monigo con i Cheetahs di Franco Smith alle 14.15.

Capitan Dean Budd, autore della meta decisiva a Parma, la vittoria di sabato l’ha vista così: «La squadra s’è difesa per un’ora da un attacco come quello delle Zebre: devo dire che siamo stati anche un po’ fortunati. Sono contento e fiero dei miei compagni e dell’impegno che ci abbiamo messo, d’altra parte la difesa è uno dei nostri punti di forza. Poi chiaramente non è bello essere costretti a difenderci per tre quarti di gara, anche noi vogliamo giocare in attacco, però c’è ancora tanto lavoro da fare».

Quantomeno siete stati bravi a sfruttare ogni occasione.

«Hayward e Banks da dietro hanno interpretato bene gli spazi, quell’offload di Sgarbi poi è stato impressionante e lì abbiamo iniziato a mettere le Zebre sotto pressione».

Dove vedete più bisogno di fare dei passi in avanti?

«Dobbiamo migliorare in attacco, vogliamo giocare con la palla e per farlo ci serve ancora un po’ di pazienza, però aver vinto a Parma è stato importante, le Zebre non regalano mai nulla, per cui siamo contentissimi. E adesso l'obiettivo è andare a prendere l'Edimburgo».

Che voto dai a Treviso in questa prima parte di stagione?

«Io sono convinto che siamo sulla strada giusta. Magari ne potevamo portare a casa un’altra o anche due, invece che perderle all’ultimo minuto, sconfitte che mi hanno dato grande fastidio. Però era un pezzo che non avevamo tutti questi punti, pertanto possiamo dire di essere contenti».

Sabato affrontate i sudafricani del Cheetahs: con quali prospettive?

«Dovremo di nuovo difendere come sappiamo, loro giocano larghi, sono forti in touche e mischia, anche se in trasferta non sempre sono così forti come in casa: speriamo di sfruttare questo particolare. Sarà una grande partita, dovremo pensare positivo, cercare di andare in meta, non accontentarci di difendere una punizione. Sarà questa l'idea con cui vogliamo scendere in campo».