Quotidiani locali

De Conti: «Ripartiamo dai più piccoli»

Il presidente provinciale tra la finale U14, il minivolley e il collegiale del sitting

TREVISO. Un 2017 all’insegna del volley e dell’unione del territorio bellunese al territorio trevigiano, ma che ha visto grandi traguardi e tappe storiche per la pallavolo locale. Un 2017 che ha dato sicuramente conferme importanti sulla bontà del lavoro delle società del territorio.

L’inizio dell’anno è stato caratterizzato dalle elezioni Fipav dove all’Assemblea Territoriale del 30 gennaio il comitato ha registrato una presenza di 90 società su 92 con diritto di voto. I risultati hanno proclamato nuovamente presidente il vittoriese Michele De Conti ed al suo fianco praticamente tutto il “vecchio” consiglio con l’ingresso di una new-entry del territorio bellunese: Fabio Bortot.

È tempo di Trofeo di Province: il Comitato Tre.Uno maschile, diretto da coach Del Faggio, sale sul primo gradino del podio ed ottiene un secondo posto della selezione femminile sotto la guida di Elisa Sperandio, risultati storici per questa federazione. I “fratelli del beach volley” non si vogliono sentire da meno: per la prima volta entrambe le coppie Tre.Uno (maschile di Mestrinaro e femminile di Sperandio) vincono a Bibione il Trofeo delle Province di Beach.

Ma Fipav Tre.Uno ha, in questi 365 giorni, organizzato anche dei grandi eventi: dopo 18 anni, è tornata una finale nazionale giovanile. L’edizione 2017 è stata organizzata tra Mogliano e Preganziol con la finalissima giocata a Treviso. Nella Marca, per una settimana, viste ben ventotto formazioni under 14 femminili con circa 500 atlete, allenatori, dirigenti e circa 1000 genitori. Una grande manifestazione che ha impegnato circa 300 volontari di 3 società oltre che le associazioni del territorio. Una macchina che ha funzionato alla perfezione e che ha reso bella la Marca, nel post “Raduno Alpini” anche per la pallavolo giovanile italiana.

Poco dopo, a Montebelluna nei primi giorni di giugno, un maxi doppio appuntamento definito “Volley Day”: dapprima nella splendida piazza dell’Armi la festa provinciale primaverile di minivolley e verso sera la Festa delle Premiazioni 2017. Un pomeriggio che ha coinvolto 1.100 persone di tutte le età. In autunno, grazie al Volley Codognè ed al Energym Bremas, ospitato l’ultimo collegiale di preparazione agli europei in Croazia della nazionale maschile e femminile di Sitting Volley.

Dopo un decennio è stato proposto un aggiornamento territoriale residenziale (di due giorni) agli arbitri che si sono ritrovati a settembre a Calalzo di Cadore per mettere a punto le nuove regole della stagione e per un po’ di coaching. Sempre nello stesso mese, per i dirigenti di società, è stato proposta una riedizione di aggiornamento con Giuliano Sinibaldi, fiscalista di Pesaro, che ha illustrato le novità amministrative legate alle associazioni e alle società dilettantistiche. Infine, per la prima volta nel comitato, è stato organizzato un incontro dedicato alle strategie della comunicazione per i sodalizi Tre.Uno, al fine di improntare una comunicazione sempre più efficace.

Infine quanto successo alla festa invernale (di dicembre) del minivolley che si è svolta a Mareno di Piave e che è stata definita come l’edizione record per il Volley S3 (ex Minivolley) per presenza di mini-atleti. Ben 55 società presenti hanno accompagnato 824 atleti che si sono divertiti in una mattinata ricca di schiacciate, bagher, ma soprattutto divertimento.

Così il presidente Michele De Conti: «Il 2017 è stato un anno meraviglioso per il comitato che rappresento. Con il mio consiglio abbiamo cercato di impegnarci su tutti i fronti per dare un segnale chiaro alle società che è necessario, per il bene del movimento, avere il motore sempre a 1000 e inserire soprattutto linfa nuova indipendentemente da quel che si sta facendo. Mi rendo conto che non sempre è facile, soprattutto perchè ricordo che la maggior parte dei dirigenti che compongono le nostre società sono di fatto veri e propri volontari che prestano il loro tempo libero alla
pallavolo e per questo li ringrazierò sempre. Il 2018 che ci aspetta sarà come sempre un anno bello pieno, ma il nostro focus rimarrà sempre rivolto principalmente ai più piccoli. E' da li che dobbiamo far crescere nuove leve e dove le nostre società hanno più bisogno di aiuto».



TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik