Quotidiani locali

ciclocross 

Fontana è nono a Loenhout farà Capodanno in bicicletta

FREGONA. C’è chi le festività, Capodanno compreso, ha deciso di trascorrerle in bici. Ciclocross, nella patria del cross. Il fango belga, così come la top ten, sta diventando infatti familiare a...

FREGONA. C’è chi le festività, Capodanno compreso, ha deciso di trascorrerle in bici. Ciclocross, nella patria del cross. Il fango belga, così come la top ten, sta diventando infatti familiare a Filippo Fontana. Dopo il nono posto di Namur e il sesto di Zolder, seconda e terza tappa di Coppa del Mondo, il 17enne di Fregona chiude nono nell’internazionale di Loenhout (vinta dal belga Ryan Cortjens) e fa un altro passettino nel ranking (ora è attorno alla 20ª posizione; nell’ultima di Coppa è partito dalla terza fila) in vista del Mondiale di Valkenburg d’inizio febbraio. Il percorso d’avvicinamento comprende un altro paio di appuntamenti in Belgio, domani a Diegem e, a Capodanno, il Gp Sven Nys. Poi punterà sul Tricolore di Roma, fissato per l’Epifania. «Stavolta ho fatto un po’ fatica, il tracciato non era adatto a me, ma queste “bastonate” fanno bene», osserva lo junior del Trentino Giant, tricolore in carica e a bersaglio in stagione a Milano e Brugherio, «C’era tanto fango pesante, duro. Condizioni ideali per avversari più alti
di me, mentre io riesco meglio su percorsi più scorrevoli. Comunque mi sento bene, la condizione è buona. Al Tricolore vedremo cosa fare, anche se il percorso s’annuncia veloce, non proprio come piace a me». L’imbattibilità sui prati italiani merita però di essere difesa. (m.t.)

TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik