Quotidiani locali

Premi Fidal, Franco è l’atleta dell’anno

Riconoscimento alla carriera ad Aldo Masi, il fair play a Pozzobon e Bonato

TREVISO. L’emozione di Aldo Masi, premiato da Oddone Tubia e Gianantonio Tramet, giovani atleti d’un tempo che fu. Il dolce sorriso della promessa delle prove multiple, Aminatà Franco (Team Treviso), incoronata atleta trevigiana dell’anno. Gli applausi per il fair play dei giovani Gabriele Pozzobon (Atl. San Biagio) e Colin Bonato (Tre Comuni), che in una gara si sono spontaneamente scambiati primo e secondo posto, correggendo un errore di classifica. La gioia dei ragazzi di Trevisatletica, vincitori per l’ennesima volta del campionato promozionale 2017, rassegna che vale una stagione mettendo insieme le gare provinciali in programma lungo l’intero arco dell’anno. L’atletica trevigiana è tutto questo, e molto altro ancora.

Domenica mattina, all’Auditorium della Banca Prealpi a Tarzo, l’entusiasmo era palpabile. Oltre 150 atleti hanno fatto passerella nell’annuale festa dell’atletica provinciale. A fare gli onori di casa, il presidente della Fidal trevigiana, Oddone Tubia, affiancato dai tanti collaboratori che lo aiutano nella gestione del primo Comitato provinciale del Veneto per numero di tesserati (quasi 5 mila) e società (ben 47). Tubia ha sottolineato l’impegno dei club, autentico motore del movimento, ed evidenziato le partnership (Banca Prealpi, Cantina Ponte, Saucony, Tuttobocce, Promosport e Avis) che caratterizzano la vita del Comitato provinciale, permettendo di eliminare costi che altrimenti graverebbero sull’attività. Applausi pure per i cinque azzurri e azzurrini – Mauro Fraresso, Alderico Tonin, Stefano Fantuz, Paolo Zanatta e Giovanni Gatto – che, liberi da raduni, hanno risposto all’invito di Tubia. La folta platea di atleti, dirigenti e tecnici ha mostrato anche di apprezzare alcune iniziative messe in campo dal Comitato provinciale, come i mini raduni, cinque incontri collegiali fra tecnici e atleti che in questa stagione hanno registrato il coinvolgimento di circa 400 giovani.

Detto di Aminatà Franco (atleta trevigiana dell’anno), di Aldo Masi (premio alla carriera), di Gabriele Pozzobon e Colin Bonato (premio fair play), riconoscimenti di prestigio pure per Fulvio Maleville (tecnico dell’anno), Aleardo Scalco (dirigente dell’anno), Renzo Bologna e Cristiano Canessa (giudici dell’anno). In chiusura di mattinata, riflettori puntati pure
su dieci società giovanili, protagoniste nel campionato provinciale promozionale. Con Trevisatletica ancora davanti a tutte, sono salite sul podio l’Atletica Montebelluna e l’Atletica Pederobba, primissima avanguardia di un movimento che anche nel 2018 promette di essere protagonista.

TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon