Quotidiani locali

La boxe si mobilita per la lotta di Ros

A Castelfranco il 26 dicembre il Memorial Pobwe, raccolta fondi per l’Alzheimer

CASTELFRANCO. Ormai è la classica del 26 dicembre: torna la grande boxe di Santo Stefano con il 4° «Memorial Marcel Pobwe», intitolato al compianto maestro della “Union Boxe Ring” di Castelfranco. La manifestazione penserà ad un altro campione della boxe: Bepi Ros, che sta lottano con l’Alzheimer.

L’evento di pugilato, con il patrocinio del Comune di Castelfranco con il sindaco Stefano Marcon e l’assessore allo sport Gianluca Didonè, si tiene al palasport castellano, lo storico “fungo” sede di tante manifestazioni e che quest'anno, con la regia organizzativa del presidente godigese della Union Boxe Ring e noto maestro di pugilato Gino Santi, proporrà la manifestazione pugilistica di Santo Stefano. Oltre a fornire uno spettacolo sportivo di rilievo, la kermesse si pone un’obiettivo benefico: vuole raccogliere fondi per la lotta che vede impegnato il mitico peso massimo Giuseppe Bepi Ros, “La roccia del Piave”. Medaglia di Bronzo alle Olimpiadi di Tokyo del 1964, campione Italiano nei Pesi Massimi, sfidante europeo, grande protagonista dello sport neegli anni 60/70, sta convivendo con l’alzheimer, la malattia che si sta diffondendo sempre di più, e che i dati dell’Ulss dicono continuerà con questo trend in crescita.

Classe ’42, trevigiano di Mareno di Piave, le sue gesta sportive hanno segnato un'epoca, soprattutto con il prestigioso bronzo Olimpico a Tokyo ’64 nel torneo della massima categoria (dominato da Joe Frazier “Smokin' Joe” diventato poi uno dei maggiori pugili di tutti i tempi). E ancora le sfide tricolori (primo titolo italiano nel 1970) specialmente con il compianto rivale bolognese Dante Canè (5 match: 2 vittorie a testa e 1 pareggio), la corona continentale sfumata nel 1973 a Londra, sconfitto ai punti dal formidabile inglese Joe Bugner (poi protagionista in alcuni celebri film con Bud Spencer e Terence Hill).

Bepi Ros, dopo la brillante attività dilettantistica e azzurra, in dodici anni di carriera professionistica ha disputato
60 match vincendone 42. Sedici sono state le sconfitte con 16 sconfitte (eccezionale incassatore, con un unico ko), e due pareggi.

La tradizionale riunione avrà inizio alle ore 15.30 con un cartellone maschile e femminile, con pugili professionisti e in odore di olimpiadi.

TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik