Quotidiani locali

De’ Longhi, devi correre per demolire la Tezenis

Basket A2. Per la prima volta al Palaverde una TvB al completo: vittoria d’obbligo Coach Pillastrini: «Giocano con il cronometro, non dobbiamo concedere spazio»

TREVISO. Un derby che può trasformarsi nella rampa di lancio necessaria alla De’ Longhi per entrare finalmente nell’orbita dei Vip: ma per battere Verona stasera al Palaverde (ore 18, arbitri Ursi, Wasserman e Valzani, diretta LNP TV in abbonamento in video streaming e in chiaro per tutti su Youtube) servirà una squadra in grado di esprimere per 40 minuti la pallacanestro vista a Trieste per 20. «Una settimana molto proficua - spiega coach Stefano Pillastrini - i giocatori sono stati bene e la squadra finalmente ha svolto tutta assieme un lavoro che finora non era mai riuscita a fare. Diciamo che è partita una fase importante della stagione che ci dovrà portare ad una crescita collettiva: la presenza di Fantinelli e Antonutti oltre alla possibilità di preparaci senza assenze ci sta facendo certamente migliorare. Chiaro che la risposta deve venire sul campo, non è una cosa che si possa fare in un giorno ma siamo sulla buona strada».

Un Verona ostico, che fa un basket diverso dal vostro.

«Squadra certamente difficile, che gioca spesso la palla sino ai 24”, utilizzano molto il passaggio ed il palleggio e che dispone di una pericolosità diffusa, nel senso che ha parecchi elementi in grado di avere un impatto determinante. Da non sottovalutare il fatto che arrivano da una prestazione negativa, quindi con una accentuata voglia di rifarsi: giocheranno con umiltà e determinazione e noi dovremo controbattere con le stesse armi».

La Tezenis potrebbe congelare la palla a centrocampo.

«Eventualità concreta: noi dovremo essere pronti a fronteggiare qualsiasi possibilità, a cercare di imporre la mostra pallacanestro ma anche ad adattarci a ciò che la partita ci propone. Di sicuro a noi piace correre, però bisogna essere preparati anche a giocare a centrocampo e capaci di fare una partita difensiva importante, mostrando i progressi che stiamo facendo in questo periodo».

La De’ Longhi non può più perdere tempo, deve iniziare a vincere.

«Ora abbiamo la possibilità di riuscirci ma sappiamo
anche che dovremo meritarci tutto sul campo».

Verona mancherà del lungo Maganza: a segnare ci pensano Greene (16.9), Udom (15 + 7 carambole) e Jamal Jones (14 + 6), mentre gli esterni Palermo e Amato viaggiano su 8 punti. In più l'esperienza del "vecio" Pierich (36 anni).

TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista