Quotidiani locali

Infinita Bebe: 20 anni e due troni sul mondo

Il segreto? Alza sempre l’ asticella. E sprona l’Italia di Ventura: «Se vi divertite, spaccate»

MOGLIANO. L'oro paralimpico, l’ unico mancante? Centrato a Rio 2016. Il titolo iridato nel fioretto a squadre, altra lacuna da colmare? Conquistato sabato, a Fiumicino.

E adesso? «L'oro a squadre alle Paralimpiadi, se Loredana non si ritira», ha subito rilanciato Beatrice Vio. Perché il segreto della 20enne di Mogliano, pigliatutto da anni, è alzare sempre l'asticella, porsi nuovi traguardi. Uno spot della felicità che può permettersi un suggerimento a Buffon e soci, a caccia stasera di una rimonta... Mondiale: «Divertitevi, solo così potete spaccare». Quella rimonta che Bebe ha avviato l'altro ieri nella semifinale con Hong Kong, quando c'erano sei stoccate da recuperare e serviva un cambio di passo. Sì, cercate già la data del fioretto a squadre a Tokyo 2020.

State certi che farà l'impossibile per mantenere la promessa. Dopo il bronzo in Brasile, la sfida alla Cina campionessa in carica (assente a Roma) è già partita. Confidando nella 42enne Loredana Trigilia, che con Bebe e Andreea Mogos forma il trio delle meraviglie. Un trio che per Bebe vale più di qualsiasi alloro individuale. Certo, il bis personale lo voleva con tutte le sue forze e l'ha portato a casa. Da mesi però era la gara a squadre il chiodo fisso, come del resto a Rio era stato il
bronzo con Trigilia e Mogos a coincidere con la gioia più bella. Perché nella prova a squadre può far festa con le compagne e il forfait delle cinesi era un rigore a porta vuota. Bebe non l'ha fallito e ora chiede divertimento pure all'Italia di Ventura.

Mattia Toffoletto

TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista