Quotidiani locali

La corsa di Giando Basso per i bambini

Il campione di rally di Cavaso parteciperà alla Venice Marathon per raccogliere fondi a favore della Pediatria di Padova

CAVASO DEL TOMBA. Giandomenico Basso è abituato a correre. Quando lo fa in macchina si dimostra uno dei migliori piloti europei. Ma quando lo fa a piedi non lo fa per stare davanti agli altri, ma per solidarietà. “Giando” si presenterà ai nastri di partenza della Venice Marathon, in programma domenica 22 ottobre, dove disputerà la 10 chilometri per raccogliere fondi in favore del reparto di Pediatria dell’ospedale di Padova. Anche l’anno scorso Giandomenico aveva corso in favore della Pediatria padovana, e anche grazie a quel gesto di solidarietà il personale pediatrico aveva potuto acquistare alcuni manichini estremamente sofisticati in grado di simulare gli effetti di traumi anche gravissimi sul corpo dei bambini per permettere all’équipe medica un intervento più rapido e più efficace.

Giovedì Basso ha potuto visitare i laboratori, dove i ricercatori gli hanno mostrato i manichini. La raccolta fondi, allestita dalla Fondazione Salus Pueri, quest’anno servirà a mantenere la Pediatria padovana all’avanguardia mondiale. Gli interventi riguarderanno il miglioramento delle strutture di accoglienza di un reparto che vede passare per le sue stanze 24mila bambini più o meno gravemente ammalati ogni anno. L’obiettivo della raccolta fondi è quota 10mila euro e ne sono stati raccolti già oltre 4mila. 1.800 di questi vengono proprio da “Corri con gli amici di Giando e Jimmy”. E il secondo nome, Jimmy, nasconde dietro di sé quello di un altro amatissimo personaggio dello spettacolo. Insieme a Giandomenico prenderà parte alla corsa anche Jimmy Ghione, inviato di Striscia la Notizia nonché ex pilota che in pista ha fatto vedere ottime cose.

«Ci siamo conosciuti al Rally di Alba 2016 e abbiamo parlato di questa iniziativa» racconta “Giando”. Da subito Jimmy Ghione non ha avuto dubbi e si è prenotato per la Venice Marathon di quest’anno. «Non siamo ancora sicurissimi della presenza di Jimmy, perché ha avuto un imprevisto sul lavoro. Ma siamo fiduciosi: ha già il suo numero di pettorale» dice Francesco Bertolo, amico di Giandomenico che segue la parte tecnica dell’iniziativa. Insieme a loro correrà anche Carlo Durante, paratleta non vedente di Volpago del Montello classe ‘46. Quello di Durante è un nome eccellente. Nella sua lunga carriera di maratoneta, Durante ha partecipato alle Paralimpiadi di Barcellona ’92, Atlanta ’96 e Sydney 2000 ottenendo risultati eccezionali: oro paralimpico a Barcellona, argento ad Atlanta e bronzo a Sydney. Vanta poi un oro mondiale a Berlino ’94 e tre ori e un argento europei, oltre ad aver monopolizzato la scena nazionale della corsa paralimpica su tutte le distanze superiori ai 10mila metri fra il 1990 e il 2004.

Tre nomi di spicco per un’iniziativa di solidarietà che darà sicuramente i propri frutti. La Venice Marathon di domenica sarà un’ottima occasione per sostenere la Pediatria di Padova (per donare con carta di credito o PayPal è sufficiente andare sul sito retedeldono.it). Ma dopo la corsa “Giando” dovrà tornare a pensare alla propria stagione sportiva. Nel weekend successivo
(26-28 ottobre) è in programma infatti il Rallye du Valais, penultimo appuntamento del Tour European Rally. Basso si presenta al via della gara svizzera con 34 punti di vantaggio sul suo inseguitore, il belga Bernd Casier. Un secondo posto assicurerebbe il trofeo con una gara d’anticipo.

TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon