Quotidiani locali

Il Treviso alza la voce l’Ambrosiana in dieci è costretta alla resa

Calcio Trofeo Veneto Promozione. Biancocelesti promossi Meite apre la rimonta, la doppietta di Garbuio chiude i conti

TREBASELEGHE. La partita era da dentro o fuori. Biancoblu contro biancocelesti. Da una parte i padroni di casa dell'Ambrosiana Trebaseleghe, dall'altra lo storico Treviso. Sono proprio i trevigiani a rispondere presente, agguantando con carattere i quarti. Prima sotto di un gol dopo appena 10’ sul campo dell’Ambrosiana, poi la reazione, il pareggio e la vittoria. L’atteggiamento, più del gioco, ha fatto la differenza e d’altronde bisognava rispondere con la giusta determinazione ai padroni di casa, partiti a mille.

È al 13’, infatti, che gli uomini di Trevisan sbloccano la partita. La botta da fuori di Rossi, col mancino dai 40 metri, è micidiale e Franco non può davvero nulla. Ma il Treviso non demorde e continua a dire la sua, specialmente sul fronte di sinistra. È proprio da lì che Meite, dopo un fraseggio con Nichele, pareggia i conti con un altro bel gol, accentrandosi da sinistra e mettendola, col destro, a giro sul sette. Poi ci provano e riprovano entrambe le compagini, ma senza concludere nulla. Bisognerà aspettare fino a due minuti dalla fine della prima frazione per vedere la svolta, non sul piano dei gol ma su quello dei provvedimenti. Il già ammonito Busetto, infatti, cintura un lanciato Meite e dall’arbitro Ndoja di Bassano scatta la doppia ammonizione.

L'Ambrosiana, con la ripresa, sa di dover gestire al meglio la situazione ma i trevigiani di mister Pala mettono subito in chiaro le cose, sfruttando la superiorità numerica. Bastano 8 minuti, infatti, per chiudere la partita. Grazie al solito Garbuio. Prima al 4', quando tocca in rete il cross del neoentrato Callegaro, poi all'8' è sempre lui, dopo una serie di rimpalli e l'uscita sfortunata dell'estremo di casa, a insaccare con il piattone. Sul piano del gioco, poi, non succede granchè. Una serie di provvedimenti infiammano gli animi e saltano i nervi un po'
da entrambe le parti con l'allenatore dei trevigiani a predicare di continuare a giocare e la guida dei padovani che rischia anche l'allontanamento. Alla fine, con il folto gruppo di ultras al seguito, è il Treviso a festeggiare, in attesa dei sorteggi per sapere la prossima sfidante.

TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics