Quotidiani locali

Sartor, vittoria dedicata a D’Agostin

Ciclismo. Il trevigiano s’impone in Toscana alla vigilia del varo del «Bianchin»

PONZANO VENETO . La seconda vittoria stagionale del trevigiano Federico Sartor ieri a Loro Ciuffenna, in provincia di Arezzo, è speciale: ha una dedica per Roberto D’Agostin, l’ex ciclista di Tovena deceduto sabato in un incidente stradale. È il preludio alla presentazione del Trofeo Gianfranco Bianchin stasera: il Relais Monaco Country Hotel & Spa di Ponzano farà da cornice alla gara nazionale per Élite e Under in programma il 24 settembre a Paderno. La cerimonia alle 20,30. Il Trofeo Bianchin sarà valido anche per i Memorial al Cav. Elio Zanatta (in ricordo dello storico presidentissimo della società giunto alla sesta edizione) e dei compianti Denis Urdich e Remigio Zanatta. La competizione, trampolino di lancio per i corridori che ambiscono al passaggio tra i professionisti, è abbinata alla quarta e conclusiva prova del Trofeo Internazionale Grand Prix Città Murata. Ad organizzare l'ultima tappa il Velo Club Gianfranco Bianchin guidato da Bonaventura Pizzolon. La gara, che si sta avviando a raggiungere il traguardo del mezzo secolo di vita, si presenta con un rinnovato ed interessante percorso. «Un segno di passione e di solidità» hanno rilevato i dirigenti del club organizzatore «dedicato alla memoria dello sfortunato e giovane corridore classe 1947, Gianfranco Bianchin che era una grande promessa delle due ruote e fu professionista nel 1969 con la Gris e nel 1970 con la leggendaria Molteni (diretta da Giorgio Albani e in quella stagione da Marino Fontana, accanto a Marino Basso, Michele Dancelli e altri campioni) deceduto il 1 agosto 1970 durante un bagno in mare alla vigilia del Trofeo Matteotti».

Uno ricordo speciale, inoltre, lega la figura di Gianfranco Bianchin a Cittadella (Padova) sede istituzionale del Trofeo Internazionale Grand Prix Città Murata, in quanto l'8 giugno del 1970 mentre il corridore stava raccogliendo grandi risultati (1° al Giro di Toscana e 2° al Gp di Monaco e al Giro di Campania) si piazzò 3° proprio nel "Circuito degli Assi", il celeberrimo appuntamento preparato tra le Mura medievali di Cittadella, alle spalle di Marino Basso e di Eddy Merkcx.

Alla cerimonia di stasera parteciperanno, tra gli altri, i responsabili ed i dirigenti delle altre prove del Grand Prix, promosso dal Veloce Club Tombolo presieduto dall'avvocato Enzo Conte e diretto da Pierluigi Basso: ovvero quelli dell'Alta Padovana Tour a Cittadella-Tombolo del 20 maggio; del 32° Giro del Medio Brenta (Villa del Conte-Cittadella-Altopiano di Asiago-Gallio) del 9 luglio e del 42° Gp Sportivi di Poggiana di Riese Pio X del 13 agosto.

Anche quest’anno la Zalf sembra fermamente intenzionata a far suo il prestigioso Circuito. Il club di Egidio Fior e dei fratelli Lucchetta guida con 27 punti la classifica. 1. Zalf Euromobil Désirée Fior punti
27; 2. Team Sangemini-MGK Vis 13; 3. a pari merito Mitchel Ton Scott e Dimension Data 7; 4. Team Colpack 6; 5. Team Friuli 5; 6. a pari merito Nazionale Russia, General Store e Viris Maserati 4; 7. Gallina Colosio 2; 8. a pari merito Hopplà Petroli e Cyberteam Vc Breganze 1.



TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

LE GUIDE DE ILMIOLIBRO

Corso gratuito di scrittura: come nascono le storie