Quotidiani locali

Montebelluna e Liventina C’è la sorpresa Mantova

Serie D. Girone quasi completamente veneto con l’inserimento dei virgiliani Via il 3 settembre. Per i liventini esordio in Coppa Italia il 20 agosto ad Adria

TREVISO. La composizione dei gironi regala sempre sorprese. E la succosa novità 2017-18, per il gruppo “C”, si chiama Mantova: un viaggio in Lombardia che alle trevigiane mancava da sette stagioni (2009-10: Montichiari, Palazzolo e Nuova Verolese), con i virgiliani a ricoprire il ruolo di nobile decaduta (e di grande favorita) che negli ultimi anni è stato del Venezia e Triestina. Montebelluna e Liventina, massime esponenti della Marca, ritroveranno Clodiense e Delta Rovigo, collocate in passato in altri raggruppamenti. Non ci sono compagini trentine (finite nel “B”), mentre è rappresentato tutto il Veneto con tre capoluoghi di provincia: oltre ai rodigini, ecco Belluno e Virtus Vecomp Verona. I derby non si conteranno, ma è un girone tostissimo con cinque pretendenti alla promozione: Mantova, Rovigo, Vecomp, Arzignano e Campodarsego. Con i bellunesi mina vagante. Il Padovano è presente pure con Abano ed Este. Tripletta per il Veronese che schiera anche Ambrosiana e Legnago, dal Friuli ecco Tamai e Cjarlins Muzane (Muzzana del Turgnano, Bassa friulana). Conferma per il girone a 18 squadre, il campionato scatterà il 3 settembre: calendari attesi per la prossima settimana. C’è l’opzione delle cinque sostituzioni, mentre i quattro juniores obbligatori dovranno essere uno del ’97, due del ’98 e uno del ’99. Curiosità: non si è iscritto l’Altovicentino. Il girone: Abano, Arzignano, Campodarsego, Rovigo, Liventina, Tamai, Adriese, Belluno, Cjarlins, Este, Mantova, Union Feltre, Ambrosiana (Sant’Ambrogio di Valpolicella), Calvi Noale, Clodiense, Legnago, Montebelluna, Vecomp Verona. Preliminare di Coppa Italia: Liventina in casa dell’Adriese, il 20 agosto (ore 16). Il Monte sfiderà la vincente nel primo turno fissato per il 27 agosto. Matteo Zulian, allenatore del Montebelluna: «Fondamentale quello che riusciamo a fare noi, al di là dell’avversario. Bello ci sia il Mantova, uno stadio con tradizione. Mancando il Trento, vedo il Campodarsego protagonista. La più papabile per il salto con l’Arzichiampo». Marino Basei, direttore generale della Liventina: «Complimenti alla Lega, per una volta ha fatto le cose con logica in merito alle distanze. Due anni fa avevamo
le trentine, trasferte da oltre 200 km. Mantova è fra le candidate per la vittoria: equivale al Trento, qualora l’avessimo trovata. Le altre papabili sono Campodarsego, Virtus Vecomp, Arzignano e Belluno. Noale sta facendo bene in precampionato, bisognerà vedere nei prossimi mesi».

TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista