Quotidiani locali

Rugby, Benetton sul mercato. Ecco Whetu Douglas, un maori per il pack

A Treviso si parla anche di un possibile ritorno di Makelara. Intanto la rivoluzione di O’Shea toccherà gli staff del Pro 12

TREVISO. Whetu Douglas. È il terza centro neozelandese emergente, da poco ai Crusaders, uno dei nuovi stranieri del Benetton per la prossim a stagione.

Il terza linea ha 26 anni, e nel 2016 si è messo in mostra con il Waikato prima di essere chiamato in tour a fine anno in Europa nelle file dei Maori All Blacks. E tanto bene ha fatto, che è sbarcato dritto dritto nei Crusaders, la squadra di Richie Mc Caw : ha segnato 2 mete nelle prime tre apparizioni in Super Rugby. E con lui si dice possano arrivare anche per la mischia, un’altra terza linea (un 7) e una seconda, tutti dall’emisfero Sud. È un primo segnale che qulcosa si è sbloccato, anche nella campagna acquisti. E c’è un altro possibile innesto, per la mischia biancoverde. O meglio, un ritorno: Engjel Makelara, tallonatore nato in Macedonia, cresciuto nel Bassano, poi in Ghirada prima del passaggio in Accademia a Mogliano e l’approdo in Eccellenza con il Marchiol, infine trasferitosi al Petrarca.

E potrebbe restare anche Braam Steyn, che pure si diceva corteggiato da club esteri. Il flanker sarebbe in trattative con la dirigenza biancoverde – posizioni non molto distanti, pare – per restare a TrevisoIntanto la squadra si rituffa nel Pro 12: sabato a Monigo arrivano gli Ospreys (ore 20.35), e i leoni devono assolutamente muovere la classifica.

O’Shea. Prime voci sulla rivolzione annunciata da O’ Shea alla fine di Scozia-Italia. Potrebbero esserci riverberi sulla strutture tecnica federale, così come sugli staff tecnici di Zebre e Benetton.

Qui Zebre. I rumors fioccano sulla franchigia Fir, a Parma per un altro anno, prima di imboccare, per il ciclo 2018-20, la via di una metropoli (Roma? C’è pure un’ipotesi Milano, sponda Asr). Per la panchina si parla di Michael Bradley, irlandese, compagno di nazionale di O’Shea, oggi a Bucarest: con lui forse il duo dell’under 20 azzurra Orlandi-Troncon (in questo caso per Tronky sarebbe un ritorno), con Fabio Roselli e Andrea Moretti destinati all’Italjuniores. Arriveranno 4 giocatori da Calvisano – il mediano di mischia aquilano Riccardo Raffaele; l’estremo patavino MatteoMinozzi; il trequarti ala Daniele Di Giulio; il terza centro Renato Gianmarioli – e ancora l’apertura Maicol Azzolini dalle Fiamme Oro.

Valzer allenatori. Si profila anche un grandissimo giro di valzer di panchine, quest’estate, da Calvisano a Roma. Uno dei cambi annunciati è quello alle Fiamme Oro: in pole per sostituire Umberto Casellato

(tonerà in Veneto come supercoordinatore tecnico) Gianluca Guidi, ma qualcuno sussurra anche il nome dell’All Black Craig Green, ora alla Tarvisium in serie A. A Calvisano tutti parlano di Paul Griffen, mentre Massimo Brunello che potrebbe entrare nello staff della nazionale maggiore. 

TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

TORNA IL CONCORSO PIU' POPOLARE DEL WEB

Premio letterario ilmioesordio, invia il tuo libro