Quotidiani locali

De’ Longhi, via allo sprint per i playoff

Basket. Oggi Treviso a Ravenna per il big match. Coach Pillastrini: «Vogliamo esaltarci con una grandissima prestazione»

TREVISO. Inizia lo sprint verso il traguardo dei playoff: in tanti stanno sgomitando per beccarsi la posizione migliore. Oggi (ore 18, arbitri Damato, Moretti e Longobucco, diretta in chiaro su LNP Canne e Blu Radio) a Ravenna faccia a faccia fra due pretendenti al podio: Treviso in testa con la Virtus, OraSì terza con Trieste e sogna l’aggancio. Appuntamento duro e delicato, si decide un bel pezzo di regular: al Palaverde finì 70-59, per cui in caso di sconfitta di Tvb occhio allo scarto, potrebbe essere determinante contro un Ravenna che ha da Marks 16.4 punti e da Taylor Smith 14.8 punti, quasi 8 rimbalzi e il 66% da due). «Partita di alto livello, noi e loro fin dall’inizio sempre ai vertici» fa coach Stefano Pillastrini «Ravenna viene da quattro vittorie e dopo la sosta è andata a vincere a Jesi, certo un bel biglietto da visita per una squadra che si sta dimostrando solida e pericolosa».

Spesso nei big match sapete esprimere il meglio di voi.

«E vogliamo esaltarci anche stavolta facendo una grandissima prestazione, consci delle difficoltà, ovvio, ma allo stesso tempo anche molto determinati».

Ravenna vi assomiglia: ha tanti potenziali protagonisti.

«Certamente sanno come distribuire le responsabilità, hanno molti giocatori in grado di fare grandi partite, una difesa solida, squadra che corre. Insomma sono tanti i motivi per essere preoccupati quando si affronta una squadra forte. Per noi comunque l’aspetto più importante è sempre saper imporre la nostra pallacanestro, fatta di una difesa in grado di mettere in difficoltà il loro attacco; e questo accade quando riesci a schierarla, poiché Ravenna ama il contropiede. Inoltre dovremo vincere a rimbalzo, una nostra prerogativa, però contro altri specialisti. Ma fondamentale sarà come detto imporre il nostro gioco».

Come contro Chieti. Solo che Ravenna è un po’ più forte.

«Col senno di poi Chieti l’abbiamo controllata con una certa autorità, ma prima ci metteva paura: oggi non mi illudo che sarà la stessa cosa, credo anzi che ci attenda una grande battaglia, però siamo pronti a combatterla».

Perl si sta inserendo sempre più: altra freccia importante.

«Sicuramente, un giocatore sul quale contiamo parecchio e che ha fatto buone partite sia in Coppa che contro Chieti. Ogni giorno che passa va a suo vantaggio».

Il PalaRaschi è palazzo torrido, ma ci siete ormai abituati.

«Ci saranno tanti nostri tifosi (oltre 400 ndr) ed in ogni caso sono certo che sarà una grande festa di basket: da questo punto di vista entrambe le squadre avranno solo da guadagnare,

in un’atmosfera che sarà bellissima, con tifoserie divise solo da una rivalità sana, tipica di chi vuole vincere ma al tempo stesso rispetta gli avversari. Treviso vuole essere protagonista positivo, faremo di tutto in nostro possesso per portare a casa il risultato».

Silvano Focarelli

TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NUOVE OPPORTUNITA' PER CHI AMA SCRIVERE

Servizi, una redazione a disposizione dell'autore