Menu

Va per funghi, scompare nel bosco

Arnaldo Pizzolo, 79 anni, di Paderno del Grappa, era andato nei boschi del Primiero, in Trentino, insieme a un amico. In corso le ricerche dei vigili del fuoco, Soccorso Alpino, delle Fiamme Gialle


PADERNO. Sono ore di apprensione per un escursionista 79enne di cui non si hanno notizie dal primo pomeriggio di ieri. L'uomo - Arnaldo Pizzolo, residente a Paderno del Grappa - era salito insieme a un amico nella zona di San Martino di Castrozza a cercar funghi.
Arnaldo Pizzolo, 79 anni, di Paderno del Grappa, risultava ancora disperso ieri sera, al momento in cui questo giornale andava in macchina. Sono ore di apprensione per la sorte dell'escursionista e per tutta la sua famiglia.
L'anziano era salito in Primiero già di primo mattino, insieme ad un amico, nella zona di San Martino di Castrozza, per cercare funghi. La stagione ideale, con tante calde giornate di sole che hanno fatto seguito alle piogge di ferragosto. I due hanno raggiunto Malga Zivertaghe - poco sotto la località turistica - e poi, dopo un breve tratto si erano divisi.
Passata qualche ora il compagno d'escursione ha fatto ritorno alla vettura, ma non si è preoccupato più di tanto nel non trovare Pizzolo, convinto che il settantanovenne avesse raggiunto a piedi il paese.
Ma così non era. Dopo averlo cercato invano in alcuni locali, nel primo pomeriggio, l'uomo ha deciso di lanciare l'allarme.
Immediatamente si sono mossi Vigili del fuoco, uomini del Soccorso Alpino e militari della Guardia di Finanza - complessivamente un centinaio di persone - che, con l'aiuto delle unità cinofile del Soccorso Alpino, delle Fiamme Gialle e della Scuola Provinciale Cani da ricerca e catastrofe hanno iniziato a setacciare una vasta zona di territorio attorno a Malga Zivertaghe.
I soccorritori hanno potuto anche contare sull'ausilio dell'elicottero di Trentino Emergenza che, a lungo, ha sorvolato le aree considerate più a rischio.
Ma dell'anziano non c'era traccia. Con il calare delle tenebre, buona parte del piccolo esercito ha interrotto le ricerche nei boschi e i responsabili delle varie squadre si sono ritrovati per programmare le nuove ricerche, che hanno ripreso il via all'alba di oggi.
Ma la zona non è certo rimasta senza presidio: per tutta la nottata, alcune jeep dei vigili del fuoco hanno battuto strade e stradine nella speranza di imbattersi nel disperso.
Purtroppo la scomparsa di Pizzolo è solo l'ultima della lunga serie registrata negli ultimi giorni sulle montagne e nei boschi dell'arco dolomitico, in particolare proprio in provincia di Trento.
Una serie tanto lunga, e tragica, di cui non si ha memoria negli anni passati. Otto
sono gli allarmi scattati per la scomparsa di fungaioli in meno di una settimana: tre anno avuto esito tragico - Maurizio Fruet, Luigi Trotter e Renato Pace sono stati ritrovati ormai cadaveri - mentre negli altri cinque casi i dispersi sono stati raggiunti e messi in salvo, provati, ma incolumi.

TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro