Menu

Provincia, 12.840 euro per un tavolo

Supporti e piano ovale sono stati commissionati a due aziende della Marca. Si trova nella sala consiliare e serve solo per 'ospitare' una pianta

Tavolo con piano di vetro e due sopporti: costo 12.840 euro. Una “sciccheria” per pochi visto il prezzo, apparsa nel bel mezzo della sala consiliare della Provincia di Treviso non appena l’ente presieduto da Leonardo Muraro si è trasferito nella nuova sede del parco Sant’Artemio.

Settanta ettari di terra oggetto di una riqualificazione, che oltre ad aver riunito sotto un unico tetto tutti gli uffici e il personale della Provincia, ha portato una ventata di novità, anche negli arredi. Dalle poltrone alle scrivanie, quindi, tutti i supporti prima in uso nelle diverse sedi sono stati rimpiazzati da nuovi mobili, più moderni e funzionali.

Non sembra però essere il caso di questo tavolo, nuovo perché acquistato nel settembre scorso ma a tutt’oggi inutilizzato. Si tratta infatti di un complemento d’arredo comprato per coprire lo spazio vuoto che separa il semicerchio dove è ospita la giunta dai banchi dei consiglieri provinciali. Circa quattro metri in cui è stato posizionato il pregiato mobile su cui, racconta chi bazzica per la sala, al massimo c’è stata appoggiata una pianta durante il Natale scorso.

Nessuna firma internazionale dietro il disegno, né costi di trasporto per farlo arrivare da chissà dove, come spesso capita con i pezzi unici. La matita che ha disegnato il tavolo è stata messa in mano a due artigiani trevigiani, scelti con aggiudicazione diretta tramite la determina del 9 settembre 2009 che aveva ad oggetto «Fornitura di un tavolo per la sala consiglio della nuova sede provinciale di Sant’Artemio». Le gambe del tavolo sono state realizzate dalla ditta Alessandro Prete di Frescada di Preganziol. Si tratta di due supporti che, tasse comprese, sono costati alle casse dell’ente 6.000 euro.

Per l’ovale in vetro che funge da ripiano, invece, ci ha pensato la As di Gaiarine di proprietà di Lorenzo Casagrande, per un importo pari a 6.840 euro. Una spesa passata al vaglio del presidente Muraro, del dirigente al patrimonio e al capo ragioniere, che lo hanno approvato sulla base vista di una serie di argomentazioni riportate nella determina.

Il totale della spesa per l’acquisto di arredi e attrezzature per la nuova sede provinciale, come riportato nella documento, è stato di 4,5 milioni di euro. Considerati poi i risparmi di spesa realizzati grazie ai ribassi d’asta presentati dalle ditte aggiudicatarie della gara indetta, oltre al «necessario acquisto di un tavolo per la sala consiglio della nuova sede provinciale di Sant’Artemio», si è proceduto con le commessa.

Un tavolo, a dire il vero, era già disponibile. Apparteneva a un lotto scartato
«in quanto le caratteristiche e le misure previste per il tavolo da posizionare all’interno della sala richiedono una lavorazione artigianale». Considerata, poi, «l’urgenza di provvedere alla fornitura» e interpellate le due aziende l’affare si è concluso con affidamento diretto (senza gara).

TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro