Menu

PEDEMONTANA

Pedemontana, giù 80 case

Chisso: avanti anche se qualcuno si opporrà

CASTELFRANCO. Pedemontana al via, 80 case da abbattere. La nuova superstrada costerà 2,2 miliardi di euro. Il progetto è stato presentato mercoledì a Castelfranco dall’assessore Renato Chisso.

«I lavori inizieranno a febbraio - ha annunciato mercoledì sera all’hotel Fior l’assessore regionale alle infrastrutture Renato Chisso - il completamento con la fine del 2014». Per le opere complementari 150 milioni di euro. «Se qualche proprietario si oppone - ha detto Silvano Vernizzi, commissario straordinario per l’opera - non ci fermeremo».

La superstrada attraverserà 32 comuni veneti, 12 in provincia di Treviso (Loria, San Zenone degli Ezzelini, Riese Pio X, Altivole, Vedelago, Montebelluna, Trevignano, Volpago del Montello, Giavera del Montello, Povegliano, Villorba, Spresiano), 20 nel Vicentino. I due estremi sono Montecchio Maggiore, dove è prevista un interconnessione con l’A4 e Spresiano, con collegamento diretto con l’A27.

Il tracciato è quello approvato dal Cipe (95 km). Il costo arriva a 2 miliardi e 200 milioni di euro, tuttavia solo 173 milioni arrivano da contributo pubblico. La società vincitrice della gara d’appalto, il consorzio stabile «Sis Scpa» con sede a Torino, recupererà il resto dagli utili derivanti dalla gestione dei pedaggi. I residenti dei comuni toccati dalla bretella avranno l’esenzione del pagamento del pedaggio per 16 anni, per una tratta di 21 km in entrambe le direzioni. Mercoledì sera si è parlato anche degli espropri, che saranno complessivamente 3.000.

Il terreno agricolo sarà pagato 3 volte il vam (valore agricolo medio, parametro stabilito dalla provincia) a coloro che risulteranno lavoratori del settore agricolo legalmente riconosciuti (1,5 volte il vam per tutti gli altri). Ai proprietari delle 80 case da abbattere sarà pagato esattamente il costo di ricostruzione, ma senza tener conto della vecchiaia dell’immobile (tutte le case saranno considerate come fossero nuove).

«Con la Pedemontana sarà liberata dal traffico la parte più produttiva del Veneto - ha spiegato Chisso - ci sarà un grande beneficio
per i cittadini e per le imprese». Il progetto definitivo è ancora in fase di elaborazione, sarà pronto entro fine dicembre. L’inizio dei lavori tra febbraio e marzo in diversi punti contemporaneamente. La superstrada sarà aperta progressivamente nell’arco dei 4 anni dello svolgimento dei lavori.

TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro