Quotidiani locali

IL CASO

Testimonial della salamella
animalisti contro Iacchetti

Gli animalisti dichiarano guerra a Enzo Iacchetti, il conduttore di Striscia la Notizia assieme ad Ezio Greggio. E’ accusato di

fare da testimonial alla salamella da guiness del macellaio Bruno Bassetto, già finita in passato nel libro dei record. Il gruppo "100% animalisti" preannuncia una contestazione: "In passato ha difeso i cani contro l'abbandono e ora sta con i macellai che uccidono i maiali solo per fare un record".
Gli animalisti dichiarano guerra a Enzo Iacchetti, il conduttore di Striscia la notizia assieme ad Ezio Greggio. E’ accusato di fare da testimonial alla salamella da guiness del macellaio Bruno Bassetto, già finita in passato nel libro dei record.

Il gruppo «100% Animalisti» ha deciso di andare all’attacco della presenza del comico. «Ci ha fatto quasi commuovere con le dichiarazioni d’amore sul suo cane Willy - spiegano gli attivisti - Iacchetti ha partecipato a diverse campagne contro l’abbandono di animali e in più occasioni promuove la bellezza dei cani meticci. Ma la perfezione non esiste in questa terra e Enzo Iacchetti lo ha dimostrato confermando la sua partecipazione come testimonial al record della salamella a Treviso».

Iacchetti è finito nel mirino degli animalisti perchè all’interno della trasmissione di Canale 5 accarezza con dolcezza il suo cane sensibilizzando l’opinione pubblica in favore degli animali e poi partecipa al festival della salamella, come noto prodotta con la carne di maiale. «Il cane ha il diritto di essere amato senza limiti, il maiale no anzi è giusto ucciderne per comparire in un record - aggiungono quelli di 100% Animalisti - quindi sabato il signor Enzino (come lo chiama Ezio Greggio a Striscia) comparirà attorniato dai macellai e dall’inviato Moreno Morello a confermare che il maiale non ha alcun diritto di vivere?».

Il gruppo dice quindi di sentirsi offeso dal comportamento del comico e annuncia anche manifestazioni di protesta contro l’iniziativa. «Oltre ad essere molto delusi dal testimonial Enzo Iacchetti - spiegano nel comunicato - la scorsa notte i nostri attivisti hanno tappezzato le vetrine della macelleria di Bruno Bassetto e il muro di porta Santi Quaranta e i bastioni San Marco a Treviso, luogo dove si svolgerà la ignobile manifestazione. Questi i testi degli striscioni: «Il maialino non e’ diverso dal tuo cagnolino.....che fai enzino?» e «Il tuo primato offende anche un neonato...vergogna!».
«Ancora una volta apprendiamo con dispiacere, proseguono gli animalisti, che esistono animali da seria A e altri di serie B, regola confermata anche da un personaggio televisivo che ha sempre ostentato una certa sensibilità nei confronti degli animali, ma a questo punto, solo sulla carta?»

TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

TORNA IL CONCORSO PIU' POPOLARE DEL WEB

Premio letterario ilmioesordio, invia il tuo libro