Menu

A4, è un incubo: altri due morti a Cessalto

Altri due morti nel tratto maledetto dell'A4, fra Treviso e Venezia, in cui l'8 agosto ci fu la strage con sette vittime a causa di un tir impazzito che aveva invaso la carreggiata opposta. Anche stavolta si tratta di un incidente

che ha convolto due grossi autoarticolati. Le vittime sono due stranieri che erano a bordo del camion che ha tamponato. Sono un ungherese e un rumeno. E si riaprono le polemiche sulla pericolosità di un'arteria funestata da troppe croci e sui conducenti di tir stranieri, vera "bomba" innescata.
Due persone sono morte sulla A4 per un incidente tra due camion. Si è trattato di un tamponamento fra due tir. Lo scontro e' avvenuto tra le uscite della A4 di Cessalto e San Dona' di Piave, nella carreggiata ovest, direzione Milano. Si tratta dello stesso tratto in cui e' avvenuto l'8 agosto scorso l'incidente provocato da un tir impazzito guidato da un autista polacco, costato la vita a sette persone. Il tratto autostradale e' stato chiuso al traffico. Sul posto la polizia stradale coordinata dalla centrale operativa di Udine.

Entrambre straniere le due vittime. Si tratta di un ungherese di 43 anni, Z.S.K. e di un rumeno di 32 anni, V.L. Erano a bordo che tir che ha tamponato. La Polstrada di San Dona' di Piave (Venezia) e i tecnici della societa' autostradale non hanno ancora accertato chi fosse alla guida del pesante automezzo. I due erano dipendenti di una ditta di trasporti di Budapest e avevano in
consegna un carico di televisori.

Immediate le polemiche sulla pericolosità di quel tratto di autostrada intasato dai tir: l'A4 è un'infrastruttura da terzo mondo, ha detto fra l'altro il presidente della provincia di Treviso, Leonardo Muraro. Nel mirino gli autotrasportatori stranieri.

TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro