Menu

Vaccini, si parte il 1 febbraio nell'Usl 7

Campagne di prevenzione con 25mila giovani convocati fra i 15 e 29 anni

Parte venerdì la terza fase delle vaccinazioni anti-meningite nell’Ulss 7. Oltre ai 25.000 giovani tra i 15 e i 29 anni convocati per lettera, saranno vaccinati subito, previo appuntamento, anche i bimbi con meno di 15 anni. Molte le richieste arrivate dai genitori. Queste richieste hanno indotto l’azienda sanitaria di Pieve di Soligo ad anticipare la vaccinazione degli under 15 (non già vaccinati) che inizialmente era programmata da metà febbraio in poi.

Si tratta di una vaccinazione volontaria e gratuita, senza convocazione. Prenotazioni under 15. «Abbiamo pensato di inserire la vaccinazione degli under 15 nello stesso calendario previsto per i giovani tra 15 e 29 anni, per cui ai genitori che chiamano viene subito fissato un appuntamento, che cade in una delle sedi e dei giorni che sono già stati programmati - spiega Paola Paludetti, responsabile del Servizio di Igiene e sanità pubblica dell’Ulss 7 - senza rinviarli a metà febbraio, così rispondendo alla loro richiesta». Prenotazioni over 29. Per quanto riguarda invece gli adulti con più di 29 anni residenti nei Comuni dell’Ulss 7, la prenotazione della vaccinazione non può esser fatta prima del 31 marzo. Si tratta anche in questo caso di una vaccinazione di tipo volontario (senza convocazione da parte dell’Ulss 7) ed è previsto il pagamento del ticket di 20 euro a testa.

Per i non residenti. Dal 31 marzo potranno chiedere la vaccinazione anti-meningite nell’Ulss 7 anche quelli che non risiedono nei Comuni dell’azienda sanitaria, sempre in modo volontario e col pagamento di 20 euro di ticket. Sarà però necessario che si tratti di una richiesta motivata. «Può essere il caso degli studenti che risiedono fuori Ulss 7 ma frequentano le scuole di Conegliano - spiega Paola Paludetti - oppure di lavoratori che raggiungono quotidianamente un paese dell’Ulss 7 e quindi hanno qualche collegamento con la nostra realtà. Non saranno disponibili vaccini per chi non ha nessun collegamento».

Classi 1978-1991. Venerdì, nel padiglione della Fiera di Godega, dalle 8.30 alle 17.30, comincerà la campagna di vaccinazione per i giovani delle classi tra il 1978 e il 1991 convocati per lettera. Campagna che coinvolge tutti i Comuni dell’Ulss 7 meno Pieve di Soligo e Conegliano (convocati già ai primi di gennaio). Venerdì toccherà ai giovani di Godega e Cappella Maggiore. Sabato, invece, sarà la volta dei giovani di Colle Umberto e Cordignano, poi si ripartirà lunedì 4 febbraio con Gaiarine e Codognè, e così via, secondo lo schema della tabella qui a lato. Sabato 9 febbraio la sede di vaccinazione si sposterà al Patronato Costantini di Ceneda di Vittorio Veneto, fino al dodici. L’Ulss 7 spiega di aver ricevuto ampia disponibilità a collaborare per questa campagna di vaccinazione da parte dei sindaci delle sedi prescelte, oltre a Protezione civile e Croce Rossa che interverranno come volontari. Presso ogni sede di vaccinazione saranno presenti assistenti sanitari e medici dell’Ulss 7.

Calendario in dubbio. La prima parte del calendario, quella delle sedi del padiglione della Fiera di Godega e del Patronato Costantini di Ceneda, è già ufficiale: non ci saranno variazioni né di orari né di date. Qualche dubbio invece per le vaccinazioni dal 14 febbraio in poi. L’Ulss 7 non esclude di ridurre le date se la risposta alle convocazioni non sarà molto alta. «Nella seconda fase delle vaccinazioni, ai primi di gennaio, l’adesione è stata del 70 per cento - spiega la dottoressa Paludetti - questa volta non è escluso che sia inferiore, visto che l’allarme in buona parte è passato. Se la risposta sarà molto inferiore alle attese ridurremo le date per evitare di tenere personale dislocato e sedi occupate senza scopo. Adesso è presto per dire come andrà». Entro i primi di febbraio il calendario sarà reso definitivo.

Recuperi a marzo. Ai primi di marzo l’Ulss 7 fisserà le date di recupero del calendario per i giovani che, pur volendo, non potranno rispondere alle convocazioni di febbraio, per motivi di lavoro inderogabili o altro. Le date di recupero (un paio di giorni) saranno consultabili anche su internet all’indirizzo www.ulss7.it.

Pronti 10.000 vaccini. Con la «caccia al vaccino» che si è scatenata un po’ in tutta Italia, le scorte delle aziende
sanitarie sono limitate. «Attualmente - precisa Paola Paludetti - abbiamo vaccini sufficienti per le prime due sedi di convocazione, Godega e Ceneda, cioè per il calendario programmato fino al 12 febbraio». Ulteriori rifornimenti sono programmati per febbraio, a campagna di vaccinazione in corso.

TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro