Menu

TRAGEDIA DELLA STRADA

Investita e uccisa da un ubriaco

L’automobilista è stato denunciato per omicidio colposo, guida in stato di ebbrezza omissione di soccorso

Investita da un’auto, mentre tornava a casa con il marito. Lucia Viezzer, 76 anni di Soligo, è deceduta sul colpo sabato notte in via Belvedere. Il pirata della strada si è costituito due ore dopo. E’ stato denunciato per omicidio colposo e guida in stato di ebbrezza.

«Quella strada è pericolosissima, non c’è un marciapiede, è molto trafficata e non vi sono controlli - denuncia uno dei figli dell’anziana, Luigi Viezzer - a luglio tutti noi figli ed anche mia mamma, avevamo firmato una petizione, ma né l’amministrazione comunale né la provincia hanno dato delle risposte».

Il sinistro si è verificato verso le 22 di sabato sera. La 76enne si era recata alla cena del Ceod in via Conte, a poche centinaia di metri dalla sua abitazione in via Val. Con il marito Margherito Viezzer stavano tornando a casa, c’era un po’ di nebbia. Erano uno davanti all’altra, camminavano sul ciglio della strada, perché sapevano che lì era pericoloso, non esiste un marciapiede e le auto sfrecciano sempre a forte velocità. Il marito ha appena fatto in tempo a svoltare verso via Val, quando improvvisamente un veicolo è piombato sulla moglie. La donna è stata travolta da una Ford Ka, che non l’ha vista e l’ha colpita in pieno, scaraventandola e schiacciandola contro una ringhiera. Per lei non c’è stato nulla da fare, il personale medico ha provato un disperato tentativo di rianimazione, ma l’anziana è praticamente deceduta sul colpo. Un indescrivibile shock per Margherito Viezzer, che non riusciva a darsi pace per l’accaduto. L’auto investitrice è fuggita facendo perdere le proprie tracce, ma i carabinieri di Vittorio Veneto si sono messi subito alla sua ricerca, in base alle testimonianze raccolte.
 
Dopo un paio d’ore il pirata, un 55enne di Farra di Soligo, S.G., si è costituito nella caserma dell’Arma di Col San Martino. Per lui l’accusa è di omicidio colposo ed omissione di soccorso, inoltre gli accertamenti effettuati dai carabinieri hanno verificato che l’uomo era alla guida ubriaco. Per il pirata comunque non sono scattate le manette, è stato denunciato a piede libero. Lucia Viezzer, oltre al marito, con cui era sposata da 52 anni, lascia quattro figli. Casalinga, si era sempre occupata con impegno ed amore alla sua famiglia. La sofferenza dei familiari si somma alla rabbia, perché la pericolosità di quel tratto di strada a Soligo era già stato segnalato. A luglio era stata sottoscritta una petizione da decine di residenti, anche da parte della famiglia Viezzer, con appelli, che, però
non sono stati ascoltati. «Quella strada è molto pericolosa, non vogliamo che possa capitare un’altra tragedia - afferma Luigi Viezzer - e che qualcuno altro provi il dolore che noi stiamo provando adesso. E’ importante trovare subito dei rimedi, le istituzioni devono attivarsi al più presto».

TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro