Quotidiani locali

Cronaca italiana, le storie del 23 febbraio 2018

A Bibbona Leonardo, l'amico dei lupi. A Ferrara Anima, la mamma che cerca di diventare medico. Alla Biennale di Venezia le dieci cappelle del Vaticano. Le storie di oggi dai giornali del Gruppo Gedi

Bufera per lo spot di CasaPound a Redipuglia
I gradoni del Sacrario di Redipuglia e i suoi centomila morti usati come “palcoscenico” per un evento non in linea con il ruolo di monumento simbolo della Grande Guerra. Non è chiaro se siano stati chiesti permessi. (Il Piccolo e Il Messaggero Veneto)

Leonardo, l'amico dei lupi, sarà premiato da Mattarella
Bibbona. Permettere al lupo di convivere pacificamente con gli allevatori. Questa la missione di Leonardo Filiaci, uno studente di Cecina che riceverà dal presidente Sergio Mattarella l'attestato d'onore di Alfiere della Repubblica. (Il Tirreno)

Innamorato di Lauco, a 13 anni diventerà alfiere della Repubblica
Lauco. Mattia Falessi, 13 anni, talmente innamorato di Lauco da promuovere il paese d’origine del padre con video su Youtube, sarà nominato dal Capo dello Stato Alfiere della Repubblica (Il messaggero Veneto)

A 17 anni alfiere della Repubblica per il suo impegno ambientale
Per il suo contributo in materia ambientale Simone Borsetti riceverà  l'attestato d'onore. (La Nuova Ferrara)

La baby lottarice senza un braccio premiata da Mattarella
Sernaglia della battaglia. La piccola Margherita ha undici anni. Le mancano, dalla nascita, l'avambraccio e la mano sinistra. A lei e ad altri 28 ragazzi il presidente della Repubblica ha conferito l'attestato d'onore di "Alfiere della Repubblica" (Tibuna di Treviso)

Martina, a 17 anni alfiere della Repubblica
Padova. Martina Zanato, studentessa di 17 anni attiva nel volontariato e guida nel Museo diocesano, insieme ad altri ventotto giovani italiani, otterrà dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella l’attestato di “Alfiere della Repubblica”. (Il Mattino di Padova)

Nella bottiglia di Coca Cola un messaggio dal passato
Un messaggio murato per ricordare chi ha costruito un edificio è una curiosità, non proprio una rarità. Però se il biglietto sta in una bottiglia di Coca Cola del 1930 il caso è piuttosto singolare. (Il Messaggero Veneto)

Storie. Mamma-studentessa, la corsa ad ostacoli per diventare medico
Ferrara. Amina è una studentessa universitaria iscritta alla Facoltà di Medicina di Ferrara e quando, quattro anni fa, è rimasta incinta e il rapporto con il suo compagno ha cominciato a vacillare si è ritrovata sola, lontana dalla famiglia, in un Paese straniero, con un percorso di studi difficile e complesso da terminare e una bambina in arrivo da accudire e far crescere. E' una delle trecento donne seguite dal Servizio Accoglienza alla Vita (Sav) di Ferrara. (La Nuova Ferrara)

Motelupo. Massacrata per il telefonino
Massacrata di botte per un cellulare. Lei 17 anni, lui 21. Non si conoscono. Lei la trovano il 14 ottobre scorso alle 7 di mattina priva  di conoscenza, con il cranio fratturato nel parco dell’Ambrogiana a Montelupo. A distanza di quattro mesi lui, Alessio Martini, tradito dal Dna è stato arrestato (Il Tirreno)

Erostrato, la strada dei dolci
Aquini, sospettato di essere il mitomane di Cesiomaggiore (Belluno) che si firma Erostrato, comprò caramelle simili a quelle contenenti spilli lasciate all’asilo (La Sentinella del Canavese)

Crolla un pannello al Bo, l'esame continua
Padova. Un rivestimento si stacca dal muro e piomba vicino agli studenti, che denunciano: "Gestione indecente della sessione" (Il Mattino di Padova)

Belelli bocciata dal trinunale: confermato in appello il reintegro dell'operaio licenziato
Mantova. "Il reclamo deve essere rigettato e la sentenza di primo grado deve essere confermata non avendo il fatto addebitato al dipendente rilevanza disciplinare". Si chiude così la sentenza con cui mercoledì la Corte d'Appello di Brescia ha bocciato il ricorso di Belleli Energy contro il reinserimento al lavoro di un operaio licenziato "illegittimamente" secondo il giudice del lavoro di Mantova. Insomma Luca Maniglia, saldatore lasciato a casa nel novembre 2016 dopo essere stato trovato positivo alla marijuana durante un controllo medico, deve poter tornare al suo posto in fabbrica (Gazzetta di Mantova)

Biennale di Venezia, dieci cappelle per il padiglione del Vaticano
Dieci cappelle al padiglione del Vaticano della Biennale architettura, in programma tra fine maggio e novembre. Anche il Papa, se confermerà l’arrivo a Venezia, farà visita alla Cini, sede del padiglione. E le cappelle, alla fine della rassegna, non saranno distrutte ma inviate alle comunità colpite dai terremoti in varie parti del mondo (La Nuova Venezia)

Gli amanti storditi dall'infermiera
Padova. Anche due quarantenni

di Istrana sono finiti nella trappola dell’infermiera 35enne che lavora all'ospedale di Padova. Su di lei il sospetto di aver stordito con un potente sonnifero dell’ospedale i suoi amanti per poi prelevare con il loro bancomat forti somme di denaro. (Il mattino di Padova)
 

TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro