mareno di piave

Centro estetico a luci rosse Favoreggiamento: tre in aula

MARENO DI PIAVE. Raffica di eccezioni sollevate dal difensore di Gianpiero Fornasier, l’avvocato Andrea Zambon, alla prima udienza del processo, incardinato in tribunale a Padova, per un presunto...

    MARENO DI PIAVE. Raffica di eccezioni sollevate dal difensore di Gianpiero Fornasier, l’avvocato Andrea Zambon, alla prima udienza del processo, incardinato in tribunale a Padova, per un presunto giro di prostituzione che avrebbe coinvolto anche il centro estetico "Sole" di Mareno di Piave. Le eccezioni hanno riguardato l’incompatibilità di uno dei tre giudici che formano il collegio (per aver già letto le carte del processo come gip) e l’incompetenza territoriale. Con Fornasier alla sbarra sono finite per favoreggiamento anche le due donne che gestivano il sito “cercoamicivip.com” che pubblicizzava il centro estetico. Ma dalle intercettazioni è emerso che Fornasier avrebbe avuto a che fare non con le gestrici del sito ma con un venditore di pubblicità che era andato appositamente a Mareno per chiudere l’affare. Per questo motivo, secondo il legale, il processo s’ha da fare a Treviso.

    La vicenda è quella nota. Massaggi, saune, e come servizio extra il sesso. E clienti "vip", tra i quali un industriale del settore dolciario, oltre a un paio di avvocati, che potrebbero dover comparire davanti al giudice come testimoni. Si torna in aula il 14 novembre per la decisione dei giudici sulle eccezioni difensive.

    19 luglio 2013
    Casa di Vita

    Focaccia pasquale light

    Altri contenuti di Cronaca

    Annunci

    • Vendita
    • Affitto
    • Casa Vacanza
    • Regione
    • Provincia
    • Auto
    • Moto
    • Modello
    • Regione
    • Regione
    • Area funzionale
    • Scegli una regione

    Negozi

    ilmiolibro

    Oltre 300 ebook da leggere gratis per una settimana

     PUBBLICITÀ